17.4 C
Napoli
mercoledì, 7 Dicembre 2022

29 ottobre: Manifestazione per la pace a Napoli

L’appuntamento dunque è il prossimo 29 ottobre a Napoli, dove si spera in una cospicua ed attiva partecipazione non solo popolare, ma anche politica.

Da non perdere

Sabato 29 ottobre a Napoli si svolgerà una manifestazione per la pace.

“Questa manifestazione avrà come obiettivo quello di promuovere un cessate il fuoco in Ucraina della durata di un mese, per consentire a istituzioni o singole personalità di mettere in campo una concreta iniziativa di pace”, ha annunciato il Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Una mossa politica e sociale importante quella annunciata dal Presidente Vincenzo De Luca, che mira a superare una vera e propria crisi che rischia di coinvolgere anche l’Italia.

L’intenzione è quella di proporre un – cessate il fuoco – che possa durare al meno un mese per consentire a istituzioni di governo e statali o singole personalità di mettere in campo una concreta iniziativa di pace

“Invitiamo tutti a comunicare le loro adesioni alla manifestazione che vuole risvegliare le coscienze, far crescere la consapevolezza dei problemi drammatici che abbiamo di fronte, e cominciare a introdurre nel linguaggio della politica la parola pace, che sembra ormai cancellata”, conclude De Luca.

Una mobilitazione straordinaria, promossa a seguito dell’annessione dei territori ucraini da parte della Russia e la minaccia di un conflitto atomico, con l’intento di esercitare pressione su Governi e diplomazie, invocando la pace.

L’appello del presidente campano è aperto a tutti, partiti politici, alleati, consiglieri di opposizione e si configura come un vero e proprio invito alla partecipazione che potrebbe dare una svolta importante alla drammatica e preoccupante guerra tra Russia e Ucraina.

È indispensabile promuovere una mobilitazione straordinaria per diffondere la consapevolezza degli enormi pericoli che vive anche l’Italia.

L’appuntamento dunque è il prossimo 29 ottobre a Napoli, dove si spera in una cospicua ed attiva partecipazione non solo popolare, ma anche politica.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli