4shared
8.4 C
Napoli
martedì, 25 Gennaio 2022

2 ottobre: giornata internazionale della nonviolenza

Il 2 ottobre, giorno della nascita di Ghandi, si celebra la giornata internazionale della nonviolenza: “la più potente risorsa del genere umano".

Da non perdere

Anna Borriello
Scrivo per confrontarmi col mondo senza ipocrisie e per riflettere sul rapporto irriducibile che ci lega ad esso.

Il 2 ottobre si celebra la giornata internazionale della nonviolenza. Questa celebrazione cade in una data emblematica: la data di nascita di Mahatma Ghandi, leader del movimento indipendentista indiano.

La giornata internazionale della nonviolenza è stata promossa dall’Assemblea Generale della Nazioni Unite e celebrata per la prima volta il 2 ottobre 2017. La risoluzione ONU suggerisce agli stati membri di commemorare pubblicamente il 2 ottobre per “divulgare il messaggio della nonviolenza, anche attraverso l’informazione e la consapevolezza pubblica”.

2 ottobre: la nonviolenza come stile di vita

Ghandi è tutt’ora ispirazione per il cambiamento civile nonviolento in tutto il mondo. È rimasto fedele al principio della non violenza per tutta la vita, affrontando sfide apparentemente insormontabili. La teoria alla base delle sue azioni in ambito politico sostiene che sia irrazionale utilizzare la violenza per ottenere una società pacifica.

Il principio della nonviolenza rifiuta l’utilizzo di violenza fisica o verbale per l’ottenimento di cambiamenti politici o obiettivi sociali. È conosciuto anche con il nome di “politica della gente comune” ed è stata adottata più volte nel corso della storia dalle popolazioni di tutto il mondo. Questo principio non è solo negazione della violenza in ambito bellico e politico: è un vero e proprio stile di vita. Si distingue, per questo, dal pacifismo, definito come lotta per il disarmo.

Uno dei principali studiosi della resistenza nonviolenta, il Professor Gene Sharp, nel saggio La politica dell’azione non violenta, utilizza la seguente definizione: “l’azione nonviolenta non è un tentativo di ignorare o il conflitto. È una risposta al problema di come agire efficacemente in politica”.

Nel giorno della risoluzione ONU, il Ministro degli Esteri indiano, Anand Sharma, ha citato le ultime parole di Ghandi, il più profondo sostenitore della filosofia della non violenza: “la nonviolenza è la più grande forza a disposizione del genere umano. È più potente della più potente arma di distruzione che il genere umano possa concepire“.

 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli