martedì 18 Giugno, 2024
25.2 C
Napoli

Articoli Recenti

spot_img

19 maggio 1944 terminò la 4° battaglia di Montecassino

Oggi, 19 maggio, ma del 1944, ebbe fine la quarta Battaglia di Montecassino, l’ultima fase di una guerra che, procedendo a scaglioni, a varie tappe, si svolse lungo i mesi di gennaio e maggio del 1944, durante il periodo della seconda guerra mondiale.

La prima Battaglia di Montecassino iniziò il 17 gennaio del 1944, nel successivo mese di febbraio ci fu la seconda battaglia, a marzo la terza, e l’ultima, per l’appunto la quarta, che finì il 19 maggio del 1944.

La guerra vide protagonisti le truppe Alleate fronteggiare le truppe tedesche in varie fasi di combattimento, svoltisi durante la campagna di Italia, nella seconda guerra mondiale.

Come riporta il sito ufficiale dell’Abbazia di Montecassino, la Battaglia di Montecassino era chiamata anche “Battaglia per Roma”, infatti, l’obiettivo delle truppe alleate era quello di sfondare una linea difensiva delle truppe tedesche, chiamata Linea Gustav, per giungere a Roma.

Montecassino ebbe un ruolo fondamentale in questa guerra, in quanto, prima di tutto, gli Alleati credevano, erroneamente, che le truppe tedesche si nascondessero proprio tra le mura dell’Abbazia, e per questo motivo bombardarono la struttura, e, in secondo luogo, l’Abbazia si trovava in una situazione fortemente strategica per entrare a Roma, occupata.

Durante l’ultima battaglia, le truppe alleate riuscirono a circondare le truppe tedesche su più fronti, nelle zone limitrofe dell’Abbazia, e, sferrando un attacco a sorpresa ad Anzio, riuscirono a vincere la lunga battaglia. Fu così che le truppe polacche installarono una bandiera come segno di vittoria.

In totale, le varie fasi della Battaglia di Montecassino, comportarono il decesso di un numero considerevole di soldati, infatti, gli Alleati persero circa 55.000 uomini, le truppe tedesche quasi 20.000 soldati. Molte di queste salme giacciono nei vari cimiteri di guerra che si trovano nei dintorni di Montecassino.

Tra questi, c’è il cimitero polacco, dove si trovano 1051 soldati polacchi che morirono proprio durante l’ultima fase.