I Faraglioni di Capri candidati a beni Unesco

Parte la candidatura dei Faraglioni di Capri alla lista del patrimonio mondiale dell'Unesco per i beni naturali.

Parte l’innovativa candidatura dei Faraglioni di Capri alla lista dei beni del patrimonio mondiale dell’Unesco. A far partire tale proposta è stato Sergio Gargiulo, presidente di Federalberghi Capri.

Le origini dei tre suggestivi Faraglioni sono antichissime, essi sono citati nell’Odissea di Omero. Il Faraglione di Terra, detto anche Saetta, è l’unico picco roccioso unito alla terraferma ed è il più alto, è di circa 109 metri. Il Faraglione di Mezzo, chiamato anche Stella, presenta una cavità al centro. Il nome Stella deriva presumibilmente dal culto della Madonna della Libera detta anche Stella Maris. Abbiamo infine il Faraglione di Fuori, detto Scopolo, che significa promontorio sul mare, su quest’ultimo picco cresce la rara lucertola azzurra.

L’iniziativa presenterebbe diversi vantaggi, tra i tanti : la tutela dei Faraglioni di Capri e dell’aria marina che li circonda dalla presenza di natanti, che spesso transitano in prossimità dei Faraglioni a elevate velocità, si evidenzia l’esigenza di regolare l’eccessivo traffico marittimo presente nell’isola.

I Faraglioni sono stati proposti come bene naturale, è opinione del presidente di Federalberghi Capri che anche altri elementi naturali dell’isola potrebbero essere candidati a far parte del patrimonio Unesco, nello specifico fa riferimento all’arco naturale e più in generale all’intera isola di Capri, proprio come è accaduto alle isole Eolie.

Ad esprimersi sulla questione è lo stesso Gargiulo, il quale in una nota conclusiva ha dichiarato : “intendiamo raccogliere le adesioni delle istituzioni locali, della associazioni imprenditoriali e culturali e dei tanti amici di Capri sparsi nel mondo ma che puntualmente ritornano sull’isola perché siamo certi che anche loro, come noi, sono consapevoli che un riconoscimento del genere serve a conservare l’inimitabile bellezza della nostra Capri”.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO