Palermo: 42 persone fermate e centinaia di indagati

A Palermo è stato scoperto un grande business per incassare molti soldi delle assicurazioni.

ladri-tentano-furto-al-palazzetto-di-monteruscello

A Palermo  è stato scoperto un  grande business per incassare molti soldi delle assicurazioni.

Un organizzazione senza scrupoli mutilava gli arti  e rompeva ossa per inscenare falsi incidenti stradali,  e intascare  i  sostanziosi rimborsi delle assicurazioni.

Una  maxioperazione  ha portato alla luce  una vera e propria truffa  con una macabra metodica  alla quale partecipavano anche medici compiacenti che firmavano perizie mediche di parte, centri fisioterapici che attestavano cure mai somministrate e avvocati corrotti per gestire i risarcimenti.

C’è anche un morto tra le vittime di questa organizzazione criminale, un cittadino tunisino, Hadry Yakoub, trovato morto su una strada. Gli erano state somministrate  dosi di Crak per far si che sopportasse i dolori delle fratture e non si sottraesse alle  

In un primo momento la sua morte era stata decretata come causa di un incidente stradale, ma in realtà le  fratture multiple erano state causate dai membri dell’organizzazione criminale per inscenare un finto incidente.

Gli agenti della squadra mobile di Palermo, la guardia di finanza e la polizia penitenziaria hanno fermato fin ora ben 42 persone. Tra questi  c’è anche un noto avvocato palermitano che curava la parte legale di molti dei falsi sinistri.

Continuano le indagini degli inquirenti, al momento  ci sono centinaia di indagati.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO