Influenza, aumentano i casi nel 2019

Aumentano sensibilmente i casi di influenza nel 2019

L’inizio del 2019 ha segnato il raggiungimento del picco di casi di influenza, durante la prossima settimana o in quella seguente dovremmo riscontrare una riduzione del numero di casi. 

A fornire questi dati è il direttore del dipartimento di malattie infettive dell’istituto superiore di sanità, Giovanni Rezza.

Nella settimana che va dal 28 gennaio al 3 febbraio sono stati registrati 832.000 casi di influenza mentre il numero totale di italiani ammalati nei mesi invernali è stato di 4.478.000.

I numeri sono analoghi a quelli dello scorso anno, con la differenza che nel 2019 il picco di influenza è stato riscontrato in un periodo successivo.

Riprende la parola Giovanni Rezza, che afferma : ” Nel nostro Paese hanno circolato molto i virus di tipo A, H1N1 e H3, mentre sono stati inferiori i casi da virus B, che invece aveva stupito l’anno scorso.I casi gravi, poi, sono collegati quasi tutti al virus H1N1, quello pandemico, che non era poi così innocuo come si era detto. Come ogni anno, poi, i bambini sono stati i più colpiti, ma continuano a registrarsi casi fra gli anziani, che però rispetto all’infanzia sono molto meno colpiti”.

Un dato differente rispetto allo scorso anno riguarda l’aumento delle richieste di vaccino che hanno colto impreparate le Asl di diverse regioni italiane.

Tale situazione ha causato difficoltà di gestione nel breve periodo. La scelta di ricorrere alla prevenzione è stata vivamente incoraggiata da medici e operatori sanitari che hanno causato un aumento della richiesta dal 15% dello scorso anno al 25%.

Risulta positivo il dato sulla richiesta di vaccini nei primi mesi del 2019.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO