4shared
13.7 C
Napoli
giovedì, 2 Dicembre 2021

Poggioreale, detenuto ingoia il cellulare

Incredibile la scoperta avvenuta dopo una lastra all'Ospedale del Mare

Da non perdere

Eclatante la scoperta che ha visto protagonista un detenuto del carcere di Poggioreale, a Napoli.

L’uomo di 40 anni è riuscito ad eludere i controlli della sorveglianza e ad ottenere un cellulare del quale ha potuto usufruire per diversi giorni.
Davanti alla comunicazione degli agenti della polizia penitenziaria dei controlli imminenti non ci ha pensato su due volte : ha ingoiato l’apparecchio. 

In questo modo il cellulare, di piccole di dimensioni e con tanto di batteria al litio, è sfuggito ad ogni controllo operato dagli agenti della struttura carceraria.

Drammatiche le conseguenze che hanno seguito l’incredibile gesto : l’uomo ha accusato malesseri di diverso tipo tra i quali vomito, diarrea e dolori lancinanti al ventre ed è stato spostato nell’infermeria del carcere per circa un mese, durante il quale gli sono state prestate delle cure che, però, si sono rivelate insufficienti.

Dopo l’ennesimo malore, i responsabili della struttura si sono allarmati e il detenuto è stato portato all’Ospedale del Mare per dei controlli specifici.

Una lastra ha chiarito la situazione, sotto gli sguardi attoniti dello staff della struttura sanitaria, rendendo evidente lo stato di malessere dell’uomo.

Attualmente il carcere ha avviato una doppia indagine per capire come sia stato possibile eludere i controlli ed introdurre il cellulare in cella.

Non è la prima volta che Poggioreale si confronta con fenomeni simili, che mettono in evidenza un sistema di sorveglianza fallace e con molte pecche.

Poche settimane fa nella struttura carceraria è stato rilevato un altro cellulare accuratamente nascosto in un panettone.
Dulcis in fundo, tra i ritrovamenti in cella è stato sequestrato un kg di hashish.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli