4shared
24.1 C
Napoli
giovedì, 23 Settembre 2021

Capodimonte: i danni causati dal maltempo

Partite le operazioni di recupero dell'area

Da non perdere

È giunto il momento di statistiche e bilanci, relativi al maltempo che ha recentemente imperversato sull’Italia.

Anche il Real Bosco di Capodimonte non è rimasto immune ai danni causati dalle avverse condizioni metereologiche.

Circa un centinaio gli alberi caduti lungo i viali, altrettanti in imminente pericolo di cedimento, altri ancora in attesa di verifiche strumentali.

I tempi necessari alla risoluzione dell’emergenza non sono stati ancora quantificati.

La Direzione, intanto, ha deciso di procedere per step, fronteggiando gradualmente i disagi emersi.

Innanzitutto, si è ritenuto necessario rendere fruibile il Museo durante il periodo del ponte di Ognissanti.

In seguito si è lavorato al fine di garantire il ritorno a scuola degli alunni e dei docenti dell’istituto “G.Caselli”, riaprendo Porta Miano e mettendo a disposizione un pulmino scolastico.

Infine, è stato creato un varco di collegamento transennato tra Porta Piccola e Porta Grande, in modo da: accedere al Museo anche da via Miano, facilitare gli spostamenti tra via Miano e via Capodimonte (lato Ponti Rossi) e permettere l’ingresso all’edificio “Le Scuderie”.

I prossimi passi prevedono la creazione di tre diversi corridoi, che mettano in connessione Porta Miano con l’istituto Caselli, l’edificio “Vaccheria” e l’edificio “La Capraia”.

L’obiettivo è quello di rendere il Bosco nuovamente disponibile ai circa 3 milioni di visitatori annui. E ciò nel più breve tempo possibile.

Si sta agendo per una parziale riapertura del Parco, nell’area adiacente la Reggia, che consenta di passeggiare e praticare la corsa. La totale ripresa delle attività sarà invece subordinata a provvedimenti nazionali e risorse straordinarie.

image_pdfimage_print

Ultimi articoli