14 C
Napoli
giovedì, 8 Dicembre 2022

L’11 novembre: nacque il primo virus… informatico

Da lì partì tutto. E ancora oggi si continua a studiare gli effetti - potentissimi - dei virus in circolazione facendo riferimento a quel primo esempio. 

Da non perdere

L’11 novembre del 1983 nasceva il primo virus informatico della storia; insidiosi come non mai, entrano all’interno dei sistemi operativi dei computer, ma spesso anche degli smartphone, per distruggerne tutto, contaminando.

Ricordiamo che con la dicitura “virus informatico” si comprende subito a cosa si faccia riferimento, e oramai tutti sanno come proteggere i propri pc e dispositivi.

l virus oggi può assumere le forme di spyware, trojan e dialer e può essere molto dannoso a in riferimento alla tipologia. Alcuni sono anche in grado di attingere ai cosiddetti dati sensibili come password, pin o numeri associati a carte di credito e conti correnti.

L’11 novembre 1983 uno studente della University of Southern California, Fred Cohen, dimostrò gli effetti di un virus su floppy disk su un programma di grafica chiamato VD.

Cohen a proposito del virus creato, disse: “Ero seduto in classe con i miei studenti e mi resi conto che se il Trojan si fosse copiato in altri programmi, allora tutto sarebbe stato infettato e che chiunque eseguirà uno di essi sarà involontariamente responsabile della proliferazione del programma maligno. I virus possono diffondersi attraverso reti informatiche allo stesso modo in cui si diffondono in una singola macchina e rappresentano perciò una tangibile e immediata minaccia per molti degli attuali sistemi”.

Gli effetti del virus furono devastanti, dopo poco il computer dello studente fu completamente fuori uso, in tilt.

Cohen quel giorno chiarì che il software avrebbe tranquillamente potuto creare problemi a qualsiasi sistema operativo.

Si trattò della prima dimostrazione pratica di cosa sarebbe stato in grado di fare un virus, senza i sistemi di protezione oggi a disposizione. 

Da lì a poco si svilupparono diversi “antidoti”, ossia antivirus capaci di proteggere i computer.

Le tecnologie informatiche sono in costante aggiornamento e quindi sono altresì numerosi gli antivirus in commercio, non solo gratuito, creati compatibilmente con le nuove versioni dei computer.

Da quell’11 novembre del 1983 molte cose sono cambiate, la tecnologia si è evoluta, come detto sono nati diversi software che permettono di intercettare i virus prima che facciano danni; nonostante ciò il fenomeno è ancora esteso e pronto per attaccare tutti i dispositivi.

Ricordiamo che, con la diffusione delle e-mail, ma anche delle varie opzioni che permettono gli acquisti online, i server in costante crescita, lo scenario è completamente mutato e i nuovi antivirus sono diventati molto più complessi e solo lontanamente parenti  con i primi sistemi di fine anni ’80 di cui quello di Cohen fu il prototipo.

Da lì partì tutto. E ancora oggi si continua a studiare gli effetti – potentissimi – dei virus in circolazione facendo riferimento a quel primo esempio. 

image_pdfimage_print

Ultimi articoli