Marcianise approvato il nuovo PUC

I tecnici incaricati di redigere il nuovo piano urbanistico comunale, sotto la giuda di Loreto Colombo della Federico II, hanno consegnato all’amministrazione comunale un preliminare del progetto.

Antonello Velardi_21secolo_emanuelemarino
Antonello Velardi

Presentato un preliminare del nuovo piano urbanistico comunale a Marcianise. Lo strumento sarà sottoposto alla consultazione della città per poi procedere all’approvazione.

La notizia giunge direttamente dal sindaco, Antonello Velardi, che ha affermato di aver raggiunto un risultato epocale. Egli si sta battendo affinché l’approvazione avvenga nell’immediat

“Del Puc discuteremo molto nelle prossime settimane. Si tratta di uno strumento che reimposta il disegno della città intervenendo in modo coraggioso sul futuro di Marcianise. Sbloccheremo in tal modo il comparto edilizio, interverremo sulle ingiustizie determinate dagli abusi indiscriminati di questi ultimi anni, ma soprattutto consentiremo ai marcianisani di ripartire e di costruire una città moderna, sullo schema di quelle più avanzate. Il piano urbanistico sarà uno straordinario volano di sviluppo” afferma Velardi. 

Il vecchio Piano regolatore del comune di Marcianise risale solamente al 1961, ha subito una variazione generale nel 1983 ed una parziale nel 1996.

La redazione del Piano urbanistico comunale è stata affidata al professor Colombo, nel 2008, al seguito di un bando di gara indetto dall’amministrazione Fecondo.

 Grazie all’amministrazione Tartaglione il progetto fu quasi ultimato, ma con il passare degli anni lo stesso ha subito modifiche e rimodulazioni dovute alla modifica dei parametri.

“Ringrazio l’amministrazione, in particolare l’assessore Tommaso Rossano e i consiglieri di maggioranza che hanno creduto con me nel progetto. Rivendico il nostro coraggio, la nostra determinazione. Riconosco la lungimiranza dell’amministrazione guidata dal sindaco Fecondo che volle affidare la redazione al professore Loreto Colombo e sottolineo la vuotezza, l’inconsistenza, la mancanza di serietà delle amministrazioni che si sono poi succedute, incapaci di completare il lavoro avviato” così il sindaco Velardi conclude la prorpia nota esplicativa riguardo l’attuazione del nuovo piano urbanistico comunale, centrando l’attenzione sulla capacità di ultimazione dello stesso. 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO