Presidio per i disabili dinanzi al tribunale civile

Federconsumatori Campania insieme all’Associazione “l’Isola che non isola” di Procida scendono in campo e manifestano per il rispetto di una normativa ormai decennale, purtroppo mai attuata, riguardo le barriere architettoniche per i disabili.

Disabili_21secolo_emanuelemarino
Disabili

Federconsumatori Campania con la collaborazione dell’Associazione “l’Isola che non isola” di Procida terranno oggi, 17 luglio 2018, alle ore 10.30 un presidio in favore dei disabili dinanzi al Tribunale civile di Napoli. 

La manifestazione sarà finalizzata al sostegno dell’azione presentata contro Caremar S.p.a. per l’adeguamento ai requisiti previsti in merito all’eliminazione delle barriere architettoniche sulle navi.

Si terrà oggi, dinanzi al Giudice della XIII Sezione Civile del Tribunale di Napoli, dottoressa Silvana Sica, si svolgerà il ricorso.

L’azione è stata necessaria nei confronti dell’azienda, perché i passeggeri affetti da disabilità sono spesso costretti ad affrontare il viaggio interamente rinchiusi all’interno del garage delle navi, completamente isolati dal resto dei passeggeri e dal mondo.

Ciò è fortemente discriminatorio, quasi da risultare immorale.

Durante la discussione del ricorso, il Giudice dovrà prendere una decisione importante per l’aziendaci, avverrà infatti un primo pronunciamento riguardo la necessità di Caremar di procedere all’adeguamento, di modo da garantire le stesse possibilità a tutti i passeggeri i quali usufruiscono del servizio da loro offerto.

“E’ inaccettabile che venga così palesemente discriminata un’intera categoria di cittadini. Da più di 10 anni esista infatti una normativa, colpevolmente inadempiuta, che obbliga gli armatori a prevedere su ogni traghetto / aliscafo / nave veloce, almeno un ascensore e posti riservati ai passeggeri disabili. L’azione intrapresa è stata proposta a tutela del diritto al trasporto di tutte la vasta categoria di persona con disabilità, che va dalle persone con difficoltà motorie, agli anziani, alle donne con neonati e così via e rappresenta l’esercizio di un minimo diritto di civiltà che sarebbe impegno di tutti dover garantire. Ci aspettiamo un’attenzione maggiore al tema anche da parte delle istituzioni, sia regionali che locali, trattandosi della necessità di garantire l’accessibilità ad un servizio pubblico di cui Caremar è a tutt’oggi affidataria” queste le forti dichiarazioni rilasciate dal Presidente di Federconsumatori Campania Rosario Stornaiuolo in merito alla vicenda. 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO