Truffa a Cicciano: associazione benefica fantasma

Si diceva membro di un'associazione per gli ammalati di leucemia per le proprie truffe

truffa a Cicciano21secolo_RosalbaCaramiello
truffa a Cicciano

È avvenuta a Cicciano una truffa a scapito di un’anziana signora, una novantenne di Casalnuovo di Napoli, per mano di una 56enne.

Quest’ultima, dopo aver bussato alla porta della signora, aveva cominciato a mostrarle delle foto raffiguranti dei bambini malati di leucemia.

La signora, inteneritasi, si era inoltrata in casa in cerca di qualche soldo da dare in dono mentre la truffaldina si recava, invece, in camera da letto, anche lei in cerca di soldi, ma quelli della signora.

La 56enne, Grazia Piccini, è stata però –purtroppo per lei- colta in flagrante dal genero della proprietaria, che era andato a trovarla, mentre si trovava in camera da letto, a frugare nei cassetti.

È stata dunque bloccata dall’uomo che ha subito provveduto a chiamare i carabinieri i quali sono accorsi ad arrestarla. Si trova ora ai domiciliari.

Le è stato confiscato tutto il materiale informativo adoperato per effettuare la truffa, per la quale utilizzava dépliant, volantini e foto, assieme a 20 euro (probabile frutto dell’attività illecita) per sponsorizzare la benefica associazione fantasma.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO