Vomero: ragazza protesta in intimo

Vomero_21secolo
Vomero_21secolo

Ieri sera nella zona di via Scarlatti, una ragazza ha inscenato una singolare protesta: vestita soltanto con reggiseno e mutandine, è andata in giro brandendo un cartellone in cui “ringraziava” Renzi e prometteva “da oggi uscirò sempre così”.

I passanti che, incuriositi, l’hanno filmata e le hanno fatto qualche domanda sul perché della mise e della protesta, si sono visti rispondere che lei è contraria alla depenalizzazione da parte del governo Renzi dell’Art.527 Atti Osceni, dell’Art.528 Pubblicazioni e spettacoli osceni e dell’Art.726 Atti contrari alla pubblica decenza. Di conseguenza, la sua era semplicemente una protesta provocatoria contro queste decisioni sancite dal Premier.

Immediata o quasi è stata la risposta dell’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Alessandra Clemente, la quale, trovandosi a passare proprio per via Scarlatti, ha potuto assistere alla scena e al simpatico quadretto messo su dalla ragazza che ha ovviamente attirato molta folla attorno a sé. La risposta è stata decisa: “Protestiamo con la testa, non con il nostro corpo: diamo spazio a belle proteste, non a questi show”. L’assessore è stata chiara: il siparietto della ragazza, al secolo Serena Rinaldi, non è altro che uno spettacolino per i pochi che passavano per strada, nulla di serio, nulla che varrebbe la pena prendere in considerazione, dato che la ragazza non ha saputo, come si evince dai video che girano in rete, adeguatamente giustificare il suo “atto osceno”.

Non è la prima volta che a Napoli, per strada, si presentano donne e ragazze in mise provocatorie, se non addirittura senza abiti né intimo, per stupire e provocare. Lo scorso novembre tutta la città si era chiesta chi fosse e per quale motivo una donna passeggiasse nuda al Corso Umberto: in quel caso, la protagonista dell’accaduto non indossava neanche l’intimo e non mostrava alcun cartello né segnale di voler protestare per qualche motivo.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO