Turchia, Elazig colpita dal terremoto

Il terremoto di magnitudo 6.8 della scala Richter della scorsa notte che ha colpito Elazig, nell’est della Turchia, continua a portare scompiglio.

A riportare il numero delle vittime, almeno 19 morti e oltre 550 feriti, è l’agenzia governativa per la Protezione civile turca.

Il ministro degli interni Suleyman Soylu ha dichiarato che: “I soccorritori stanno ancora cercando di estrarre almeno 30 persone bloccate sotto le macerie degli edifici crollati a Elazig.

La protezione civile turca, che in queste ore si è mobilitata per portare immediato soccorso, ha dichiarato che il terremoto ha colpito il distretto di Sivrice, nella provincia di Elazig, circa alle ore 20:55 locali (18:55 in Italia).

Inoltre, secondo quanto riferito dal ministro della sanità, Fahrettin Koca, quindici persone sono rimaste vittima del terremoto ad Elazig e altre quattro nella vicina provincia di Malatya.

I superstiti hanno trascorso le ore notturne per strada, sia a causa delle lesione che vi sono state causate agli edifici sia per il timore di una seconda scossa, cercando di sopravvivere al freddo accendendo fuochi per riscaldarsi.

Recep Tayyip Erdogan, presidente turco, ha rincuorato le vittime dichiarando che saranno prese: “tutte le misure necessarie. Con tutte le nostre istituzioni, tra cui l’agenzia per i Disastri e la Mezzaluna rossa, siamo vicini al nostro popolo.”

Strutture come biblioteche, scuole e palazzetti sono stati immediatamente adibiti a centri di accoglienza per le persone che sono dovute fuggire dalle loro abitazione.

L’agenzia per i Disastri ha, inoltre, dichiarato che durante la stessa giornata, sono state registrate almeno trenta scosse di assestamento e che sono state inviate sul luogo oltre 400 squadre di soccorritori.
Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories

Pin It on Pinterest