Torneo Decanale: SMP Trionfa e balla la “Papu Dance”

Il Torneo Decanale è terminato domenica sera con la Finalissima disputata tra “Santa Maria Provvidenza” e “San Tarcisio”; le due squadre si sono fronteggiate ad alti ritmi disputando una partita maschia in cui è sempre prevalso il rispetto per l’avversario e del Fair Play. SMP vincendo la finale, sul risultato di 6-2, festeggia e balla la “Papu Dance”.

Questa Manifestazione, organizzata nei minimi dettagli, ha coinvolto 6 Parrocchie dello stesso Decanato. Il Programma della la Finale ha previsto: un’amichevole, alle ore 18:00, per la Squadra “Soccorso”; la Santa Messa alle 19:15; alle 20:00 l’attesa è finita, ha inizio la Partita tanto attesa; infine, la Premiazione e il buffet circa per le 21:30.

Alla Cerimonia conclusiva vi hanno preso parte: le due compagini Finaliste, i parenti e amici dei rispettivi giocatori, i Fedeli e seguaci delle Parrocchie e soprattutto il Decano Don Enzo Mazzocchi (Responsabile del decanato, che ha permesso il tutto, sempre attento alle parrocchie del decanato e allo svolgersi del torneo); il parroco Don Enrico Assini ( l’ideatore del torneo, parroco della SM Provvidenza, il quale ha celebrato la Messa conclusiva con il diacono Gianni Scalamogna e Rino Galluccio. Il diacono, che ha premiato tutti i vincitori, è stato anche il promotore, due anni fa, del torneo decanale. Le braccie e indi l’organizzatore del Torneo, Enrico Platone, che ha svolto un ottimo lavoro gestendo le difficoltà che si presentavano dinanzi tenendo sempre tutto sotto controllo e sedando immediatamente i comportamenti antisportivi; infine l’arbitro Davide Palma. Tutti questi hanno contribuito a fornire una presenza di circa 200 persone, le quali si sono divertite stando insieme.

Questo Torneo ha sempre messo in risalto i buoni principi dello sport e della vita; il rispetto per il compagno e per gli avversari; il volersi bene a vicenda anche se rivali, solo in campo ma non fuori, se si giocava uno scontro diretto o solo un’amichevole;  perché all’esterno del rettangolo di gioco sono stati tutti come fratelli e se ci sono state delle incomprensioni, con la parola si sono trovate le mediazioni.

La Chiesa ha detto la sua in questo Campionato, dimostrando a tutti quanto lo sport possa essere costruttivo e di aggregazione tra gli uomini se si eliminano gli interessi economici e tutti i lati oscuri che oggi giorno attanagliano la Società moderna.

Durante le partite si coglieva a pieno uno dei fondamentali insegnamenti del Signore: “Porgi l’altra guancia”; ciò lo si è evinto da quando un giocatore commetteva un fallo all’avversario e tempestivamente chiedeva scusa, si accertava delle sue condizioni fisiche e il “malcapitato” era subito pronto a perdonare ed andare avanti insieme.

La Sessione Estiva del Torneo Decanale è giunta al Termine; ma gli Organizzatori, continuando a lavorare per migliorare e solidificare ciò che di buono è stato fatto, si preparano per il Torneo Invernale invitando le restanti Parrocchie del secondo Decanato, a prendervi parte, contattando i rispettivi Responsabili. L’organizzatore del Torneo, Enrico Platone, ai nostri microfoni si mostra fiero di come siano andate tutte le competizioni e afferma: “Chissà se poi in futuro il torneo sarà aperto anche agli altri decanati”.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO