Scossa di terremoto in Puglia. Paura ed evacuazioni

Stamattina alcune zone della Puglia sono state colpite da una forte scossa di terremoto. La scossa registrata è stata di magnitudo 3.9 e profondità di 34 km.

Durante la mattina di oggi, 21 maggio 2019, precisamente verso le 10.13 del mattino, si è avvertita una scossa di terremoto, di magnitudo 3.9, quindi di un’entità considerevole, che ha colpito la regione della Puglia. In particolare, la scossa ha avuto origine nelle aree limitrofe a Barletta, per poi estendersi in varie zone della regione.

L’epicentro, secondo i dati dell’Ingv, cioè l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, si trova a 4 km sud – est di Barletta, a una profondità di 34 km, per poi diramarsi nella zona di Bat, cioè l’area che comprende Barletta, Andria e Trani ed estendendosi anche a Bari, Foggia e Taranto.

Nella città di Trani si sono riportati danni alla chiesa di San Domenico, infatti, la scossa ha provocato il crollo di una parte del timpano, che, per fortuna, era recintata in quanto già non risultava essere stabile, così da non permettere l’accesso ai passanti.

Non ci sono stati feriti, per fortuna, ma solo tanto spavento, tale da fare uscire gli abitanti in strada. Non solo, ma, proprio per il panico che ne è scaturito, in alcuni casi, sono stati presi dei provvedimenti di prevenzione e sicurezza, per esempio, a Bari, sia il personale che si trovava in servizio, presso gli uffici del Palazzo di Giustizia, in via Dioguardi, sia gli edifici scolastici, sono stati evacuati.

Complessivamente non risultano esserci feriti, ma solo tanto spavento generale. Sono attualmente in corso le indagini per le verifiche delle strutture colpite dalla scossa, da parte della Protezione civile della Regione Puglia.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO