Agenda Brasil porta la cruda realtà carioca a Roma

Agenda Brasil torna per la seconda volta nella città capitolina con 10 pellicoli forti per raccontare con lo schermo la realtà quotidiana del mondo carioca. Le difficoltà sociopolitiche con l'arrivo del presidente Bolsonaro, la lotta al narcotraffico e la crisi del polmone del mondo in un ciclo di film che stravolgeranno l'ottica del Brasile canonica dello spettatore.

Torna a Casa del Cinema in Roma, dal 6 all’ 8 settembre la rassegna internazionale  cinematografica brasiliana organizzata dall’Associazione Vagaluna Agenda Brasil,   con 10 pellicole mozzafiato, capaci di cogliere il quotidiano e difficile mondo brasiliano. proiettandolo sullo schermo della settima arte.

Il Brasile diviene grandangolo nella rassegna romana, grazie a produzioni forti; Agenda Brasil diviene un’occasione per lo spettatore di fuoriuscire dal canonico trittico stereotipato samba-calcio-donne del paese carioca, immerso nelle difficoltà del continente sudamericano, come il traffico e consumo di stupefacenti, crisi ambientali correlati al disboscamento amazzonico, problemi socio-politici legati ad elementi razziali ed a crisi del sistema democratico con l’arrivo al potere del presidente Bolsonaro.

Per giungere allo scopo, al di là della selezione di docufilm, la direzione artistica del festival, presieduta dalla presidente dell’Associazione Vagaluna, Regina Nadaes Marques, ha optato anche per pellicole di finzione, alo scopo di rientrare anche nel realismo magico tipicamente latinos, ma con tinte carioca senza tralasciare le drammatiche problematiche sociali contemporanee della realtà brasileira.

Tre grandi registi saranno presenti alla Casa del Cinema di Roma per incontrare il pubblico: Diego Di Niglio, regista del film Aurora 1964,Premio per la migliore sceneggiatura alla 2° edizione della Mostra Nazionale Sesc di Cinema e Premio giuria Agenda Brasil Milano 2019, André Besen, direttore della fotografia di Ayahuasca, expansão da consciência, e Daniel Camargo, regista di George Hilton: o mundo é dos audazes, documentario biografico sulla vita di George Hilton, l’attore uruguayano scomparso il 28 luglio scorso.
L’evento è organizzato dall’ Associazione Vagaluna in collaborazione con Fusion Communications e prodotto da Christoffel Promoções e Produções con il contributo del FSA (Fundo Setorial do Audiovisual) –ANCINE e dell’Ambasciata del Brasile a Roma.Media partners: My Movies e Trovaroma. I film saranno proiettati in versione originale con sottotitoli in italiano, l’ingresso è libero.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO