Reddito di residenza attiva, la novità del Molise

Nasce in Molise il reddito di residenza attiva, 700 euro al mese se ci si trasferisce e si mantiene un’attività per tre anni

Il Molise contrasta lo spopolamento, rivitalizza l’economia dei territori, crea occupazione in maniera del tutto innovativa, come nessun’altra regione italiana aveva mai pensato di fare. 

Quelli sopracitati sono gli obiettivi riportati nel bando Reddito di residenza attiva predisposto dalla Regione Molise, il quale prevede un finanziamento da parte del Mef e Mise di circa 977 mila euro a favore di 40 soggetti i quali decideranno di trasferire la propria residenza nei Comuni con popolazione fino a 2mila abitanti e che contemporaneamente avvieranno un’attività commerciale detenedola per almeno tre anni, percependo 700 euro al mese per l’intero periodo.

“Più di 100 Comuni in Molise (su 136, ndr) hanno meno di duemila abitanti. Incentivando l’apertura di attività come bar, ristoranti, supermercati in questi centri li rivitalizziamo. Pensate poi quanti molisani nel mondo potrebbero tornare”, spiegano dalla regione nel corso della conferenza stampa convocata dal presidente.

Il bando completo sarà pubblicato il 16 settembre nel Bollettino della Regione Molise, e riporterà anche l’elenco completo. Dal momento della pubblicazione del bando vi saranno solamente 60 giorni di tempo per candidarsi al “reddito di residenza attiva”.

“Le domande verranno vagliate con attenzione e i nuovi arrivati saranno controllati per evitare che il loro trasferimento in Molise sia davvero attivo. Il concetto infatti prevede una residenza non fittizia ma reale e “attiva” con effettiva presenza sul territorio”, continuano i responsabili.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO