Puglia: dieci anni di abusi sulle nipotine, arrestato

Nonno 71enne si macchia di uno dei crimini più odiosi sulle sue tre nipotine. È accaduto a Fasano (Brindisi). Sconcertata e basita la comunità

Accusato di violenza sessuale perpetrata, per ben dieci anni, ai danni di tre minorenni. E, come se non bastasse, le minorenni in questione sono le sue nipoti. L’ennesima agghiacciante vicenda di abusi familiari è accaduta stavolta in Puglia, precisamente a Fasano, in provincia di Brindisi.

Nel 2009, quando ebbe inizio l’incubo, due delle ragazze avevano meno di 10 anni, la più grande meno di 14. Gli abusi sarebbero continuati fino all’aprile di quest’anno, quando le tre bambine venivano affidate temporaneamente ai nonni.

Di decisiva importanza nella vicenda, il ruolo della scuola: le giovani, infatti, si sono sfogate con le loro insegnanti, confidando loro tutto il loro terrore quando restavano a dormire dal nonno. Successivamente, sono state ascoltate anche da un consulente della Procura di Brindisi, con la formula dell’incidente probatorio, al fine di chiarire il corso degli eventi in questione.

In base alle prime ricostruzioni, risulta che i soprusi sulle tre adolescenti venissero attuati con metodi subdoli. Secondo la Procura, i comportamenti del nonno nei confronti delle minori non sarebbero riconducibili a semplici manifestazioni di affetto.

Ora l’uomo, 71 anni, si trova agli arresti domiciliari, indagato per violenza sessuale su minori.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO