Proxima b potrebbe essere la nuova Terra

La nuova Terra potrebbe essere il pianeta Proxima b

Proxima b
Proxima b

Secondo le ultime ricerche, il pianeta Proxima b, che ruota intorno alla stella Proxima Centauri, potrebbe godere di condizioni ottimali per ospitare forme di vita.

Il pianeta è distante circa 4,5 anni luce dal nostro sistema Solare, quindi molto vicino alla Terra. Gli ultimi studi della Cornell University, hanno rivelato che la quantità di radiazioni dei raggi ultravioletti che arrivano sul pianeta roccioso è simile a quella percepita dalla Terra circa 4 miliardi di anni fa.

Questi pianeti, sono continuamente soggetti a piogge di radiazioni poiché ruotano intorno alle cosiddette ”nane rosse”. Le nane rosse, sono stelle che bombardano continuamente i pianeti vicini con massicce dosi di radiazioni. Nonostante ciò, il fattore delle radiazioni non dovrebbe risultare un vero problema poiché sulla Terra primitiva alcuni batteri terrestri come gli estremofili erano in grado di sopravvivere alle piogge continue di raggi UV. Di conseguenza la presenza di raggi UV non dovrebbe risultare un fattore che ostacola l’eventuale presenza di forme di vita sui pianeti che ruotano attorno alle nane rosse.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO