Premio Nazionale Poesia S.Gaetano Errico

Premio S.Gaetano Errico

Oggi 17 maggio, alle ore 18:00, nella Cappella Madre dei Sacri Cuori del quartiere di Secondigliano di Napoli si è svolta la premiazione finale per il Concorso Nazionale di Poesia S. Gaetano Errico. Un premio di poesia che chiama e richiama l’attenzione di tutti gli abitanti del quartiere, che da circa 12 anni continuano a rispondere bene all’evento. Scrivere poesie, dando uno slancio particolare alla creatività di tutti i partecipanti, adulti e ragazzi, offre una boccata d’aria fresca a questo problematico quartiere a Nord di Napoli, che per l’occasione fa parlare di sè per cose positive e non per cronaca nera.

L’evento si è svolto all’interno del cortile della Cappella dei Sacri Cuori. Sarà pubblicato il libro che raccoglie tutti gli elaborati dei partecipanti. La Giuria quest’anno è composta dai giornalisti Guido Pocobelli Ragosta e la dott.ssa Michela Tuccillo; docenti delle scuole del circondario come la prof.ssa Adriana Vannini; due psicoterapeuti, il dott. Nino Gargiulo e la dott.ssa Rosanna Borzillo; e il sacerdote della chiesa, padre Antonio Palmiero. Tutta la manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Padre Gaetano Errico ONLUS e dalla Congregazione dei Missionari dei Sacri Cuori.

Eravamo all’evento. Siamo riusciti a intervistare uno dei responsabili della Segreteria Organizzativa, il sig. Stefano Abbate, che ha risposto cordialmente alle nostre domande.

Sig. Abbate come nasce il Premio Poesia S.Gaetano Errico?

«L’idea del progetto Premio Poesia S.Gaetano Errico nasce in realtà nel 1999. Organizzavamo già da allora delle manifestazioni di carattere culturale che denominavamo sotto il nome di Autunno al Casale; le svolgevamo appunto nei mesi autunnali, ottobre in praticolare, perché in ottobre ricorre l’anniversario di San Gaetano Errico, il nostro santo patrono a cui è dedicato anche il Museo che si trova nella Casa Madre. Anche il Premio Poesia faceva parte di quest’arco di manifestazioni ed eventi autunnali che organizzavamo. Ormai siamo alla 12esima edizione del Premio Poesia S.Gaetano Errico. Oggi il concorso vuole essere una tradizione per i veterani dell’Associazione e sopratutto, un messaggio positivo per i giovani di questo quartiere. Secondigliano non è solo un quartiere di povertà di valori ma può essere anche un terreno fertile dove seminare e far crescere con degli ottimi principi i ragazzi del domani. Il Premio Poesia vuole infatti offire spazio a chiunque senta il bisogno di esprimersi con l’arte creativa della poesia. La partecipazione al concorso è gratuita e tutti possono partecipare: adulti, anziani, bambini e ragazzi. Quest’anno in particolar modo abbiamo esteso l’evento a tutte le scuole medie del quartiere che hanno partecipato attivamente e positivamente»

Quanti sono stati i partecipanti e quindi le poesie giunte al Concorso?

«Quest’anno l’argomento su cui bisognava scrivere è: La famiglia, realtà e sogno e sono giunte circa 200 poesie, divise tra sezione adulti e sezione giovanissimi, a cui hanno partecipato gli studenti delle scuole. Quest’anno ha vinto per la prima volta, proprio una ragazzina di Secondigliano, che ha scritto una poesia un po’ cruda ma molto bella, molto sentita. Ci teniamo a precisare che la Giuria che esamina e corregge le poesie, non conosce gli autori ma bensì visiona gli elaborati tramite un codice numerico. Alla fine tutti i giudici si incontrano e ognuno di loro vota 5 o 6 poesie che preferisce. Chi riceve più voti vince. Solo alla fine si scopre il nome dell’autore o dell’autrice. Tutto quindi viene fatto in massima trasparenza. Il premio vero e proprio per concludere, è propio il libro stampato che raccoglie tutte le poesie di tutti i partecipanti del Premio. Per noi una grande e gioiosa soddisfazione»

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO