Plastica, l’Europa ci pensa su

La Commissione europea è in piena valutazione riguardo le normative in merito all’utilizzo della plastica.

L’Europa sta valutando infatti di vietare l’utilizzo di plastica per effettuare imballaggi, o almeno di consentire solamente i packaging costituiti da plastica riciclata.

A rivelare queste nuove indiscrezioni in merito ad una normativa così importante è stato il nuovo commissario all’ambiente Virginijus Sinkevicius, che ne ha parlato all’interno di un’intervista rilasciata al quotidiano tedesco “Die Welt”.

La Commissione europea starebbe inoltre valutando di introdurre ulteriori normative anche in merito alle microplastiche. In particolare si sta valutando l’idea di introdurre un obbligo per i produttori di pneumatici o cosmetici affinché riducano drasticamente la microplastica all’interno dei loro prodotti.

“Le microplastiche sono nella nostra agenda. Entro la fine dell’anno, forniremo un elenco molto dettagliato di tutti quei prodotti che contengono microplastiche o che usano microplastiche”, ha affermato il commissario all’Ambiente.

Precedenti direttive della Commissione europea in ambito di utilizzo delle plastiche avevano già ricevuto il via libera nel corso del 2018. La direttiva Ue sulle plastiche monouso prevede la messa al bando di alcuni dei prodotti di plastica più pericolosi per l’ambiente, quali cotton fioc, posate, piatti e bastoncini per palloncini, ma non solo.

La normativa, molto rigida, prevede già una serie di misure volte a scoraggiare l’uso di imballaggi creati per mezzo di questo tipo di materiale.

 

Print Friendly, PDF & Email

Giornalista pubblicista, nonché studente universitario iscritto alla facoltà di Lettere Moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II

more recommended stories