Partita sfortunata per la Roma: finisce 1-2

La penultima partita della 19esima giornata di campionato vede la Roma ospitare la Juventus allo stadio Olimpico, dove per la seconda volta in due giorni va in scena uno un altro big match che determina le alte posizioni della classifica.

La partita comincia subito male per i giallorossi, che al 3’ minuto prendono goal su calcio di punizione dalla tre quarti: il pallone crossato in area è leggermente toccato da Smalling e Kolarov chiude male, così ne approfitta Demiral che indirizza in rete.

Un’altra défaillance difensiva del giallorosso Vereout provoca un calcio di rigore per la Juventus, e Ronaldo non perdona dal dischetto segnando il 0-2 al minuto 10. Al 19’ Demiral si fa male durante un duello aereo con Kolarov, in seguito al quale è costretto alla sostituzione con De Ligt per via della distorsione al ginocchio rimediata nello scontro.

A questo punto la Roma prova a reagire, creando alcune occasioni nella metà campo avversaria. Pellegrini si rende pericoloso, e su una ribattuta di Szczesny calcia a porta rimasta scoperta, ma Rabiot blocca il tiro con il braccio attaccato al corpo.

Una Roma sfortunata, al 35’ Zaniolo, dopo aver saltato tre uomini in un’ impetuosa incursione, si fa male durante un contrasto ed è costretto ad abbandonare il campo in lacrime. I primi accertamenti a fine partita purtroppo confermeranno la rottura del crociato destro con lesione del menisco. Al suo posto entra Ünder.

Nella ripresa la Roma rientra con un ritmo diverso, mentre la Juventus di fatto non chiude mai la partita. I giallorossi provano ad approfittarne, e al 64’ Dzeko colpisce il palo. Sugli sviluppi della stessa azione Ünder batte di testa e Alex Sandro tocca il pallone con la mano dopo che gli è rimbalzato sul ginocchio.

L’azione prosegue, ma il Var determina il calcio di rigore per questo tocco di mano. Perotti quindi non sbaglia dal dischetto, e al 68’ la Roma comincia a crederci di più. Negli ultimi minuti i giallorossi assediano il campo, la Juventus avrebbe comunque modo di chiudere la partita ma non lo fa, sia con Ronaldo che con Higuain entrato al posto di Dybala. La Roma ha l’ultima chance con Pellegrini, che nei minuti di recupero spreca l’ultimo pallone calciando fuori.

La partita finisce 1-2 e la Juventus torna a vincere contro la Roma all’Olimpico dopo 6 anni dall’ultima volta, chiudendo il girone di andata a +2 punti rispetto all’Inter e confermandosi campioni di inverno.

Print Friendly, PDF & Email

Giovane psicologa clinica laureatasi all'Università di Roma "La Sapienza" ed educatrice, appassionata di giornalismo e fotografia.

more recommended stories