A Palazzo Cavalcanti nasce “Cohousing Cinema Napoli”

La nuova casa dell'Ufficio Cinema di Napoli è ora Palazzo Cavalcanti, suggestivo edificio storico nella centralissima via Toledo. Presente all'inaugurazione della sede anche il sindaco De Magistris.

foto_21secolo_alessiasantelia
Palazzo Cavalcanti a Napoli

L’Ufficio Cinema di Napoli, fondato nel 2015, è da oggi provvisto di una nuova, elegantissima sede: Palazzo Cavalcanti, situato nella centrale e signorile via Toledo, nonché ristrutturato di recente.

A essere ospitato presso il piano nobile del medesimo edificio sarà infatti lo spazio “Cohousing Cinema Napoli“, che a sua volta ci si aspetta diventerà il centro propulsivo della produzione cinematografica partenopea e non solo.

Erano presenti all’inaugurazione, tenutasi stamani, il sindaco del Comune di Napoli Luigi De Magistris, l’Assessore Comunale al Turismo Nino Daniele, il produttore Fandango Domenico Procacci, Riccardo Tozzi, uno dei fondatori di Cattleya, Gabriele Immirzi di Freemantlemedia e Francesco Nardella, vicedirettore di Rai Fiction. Magnifiche presenze sono state anche quelle della regista romana Francesca Comencini e il director napoletano Stefano Incerti.

Lo spazio sarà principalmente adibito a ospitare produzioni italiane e internazionali, obiettivo peraltro già in parte raggiunto con Wildeside per la serie ispirata a L’Amica Geniale di Elena Ferrante, Cattleya per la quarta stagione di Gomorra-la serie e Clemart per il prodotto Rai I Bastardi di Pizzofalcone.

L’ambiente del Cohousing si estende complessivamente per 700 metri quadri, a loro volta suddivisi, tra uffici, sale per meeting istituzionali e aule per i percorsi di formazione, in quattro aree principali e due sale comuni.

“Il progetto, sia qualitativamente che quantitativamente” sostengono il sindaco De Magistris e l’assessore Daniele “potrebbe ampliarsi nei prossimi nove mesi, soprattutto grazie all’introduzione di un distretto di logistica per le più importanti major cinematografiche presso la Mostra d’Oltremare (area di Fuorigrotta)  e per le piccole case di produzione, stavolta situati nei locali cinematografici e televisivi del Nest  (Napoli Est), che parte dall’area del Teatro e si spinge fino a quella di San Giovanni a Teduccio”.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO