Il Napoli vince e allunga in classifica

Verona sconfitto al San Paolo
La curva azzurra acclama il capitano

Nell’anticipo dell’epifania, allo stadio San Paolo si sfidano  Napoli e Verona.

Primo tempo che vede gli azzurri immediatamente all’arrembaggio, nel tentativo di sbloccare presto il risultato. In effetti il gioco dei napoletani sebbene sconclusionato,  porta spesso i partenopei sotto porta. L’occasione più ghiotta al,16′ quando Mertens da posizione difficile centra il palo. È ancora il belga un minuto dopo ad impegnare Nicolas con una conclusione centrale.  Al 21′ invece un Insigne un pò in ombra, si smarca e dai 25 metri con la specialità della casa, tiro a palombella, fa letteralmente la barba al palo. Nicolas ringrazia, ma non è  finita qui. Il Napoli continua a presidiare l’area avversaria e al 31′ è ancora Insigne che smarcato bene in area  veronese, non sfrutta bene un rigore in movimento e calcia alto, con la disperazione di Hamsik che di fianco gia pregustava la gioia della rete. Nulla di clamoroso fino al 45′ e dopo 2′ di recupero, l’arbitro  manda le squadre negli spogliatoi.

Al rientro gli azzurri catechizzati  da Sarri,  cercano la via della rete, ma sono imprecisi. Al 47′ Insigne imbeccato bene da Jorginho, a volo di destro, fallisce il goal, con una conclusione che esalta l’estremo difensore scaligero.  Da questo momento in poi  solo errori in serie per i giocatori del Napoli, alcuni dei quali veramente imbarazzanti.

Si giunge al 58′ quando ancora una volta un impreciso Insigne, a  seguito di una bellissima manovra, sfrutta male un cross di Callejon  e solo davanti al portiere , di testa, coglie il palo alla destra.  Al 61′ goal annullato al Napoli,  dal guardalinee, supportato  dal Var, che coglie Callejon in fuorigioco.

La pressione aumenta e al 64′ Callejon splendidamente lanciato da Jorginho, crossa basso in area con la difesa veronese che in affanno, mette in angolo.   Sul successivo corner , Koulibaly di testa anticipa Nicolas e segna la rete dell‘1-0. Quarta rete del gigante senegalese e palla al centro. La panchina scaligera però non ci stà e si scatena un putiferio,  in quanto Pecchia ravvisa un fallo dello stesso Koulibaly sul portiere, non segnalato dal direttore di gara.  Purtroppo per il Mister la protesta è troppo veemente e sia lui che il secondo e addirittura il tattico vengono espulsi.

Al 75′ il capitano, a cui la curva azzurra ha dedicato un commovente striscione, esce sotto lo scroscio degli applausi, per il subentrato zielinski.

Il Napoli appare rinvigorito dalla rete e al 77′ ancora una volta l’intesa Insigne, Callejon porta i suoi frutti, con lo spagnolo che sul lancio del magnifico, con un tiro a volo,  dalle destra, centra la porta e nulla può Nicolas a cui non rimane che accompagnare la palla nella rete. 2-0. Finalmente anche l’esterno,  si sblocca

Al minuto 82′ è Pazzini subentrato,  che in solitaria si avvia verso la porta azzurra,  ma tira debole e Reina, seppur con qualche difficoltà neutralizza. Si arriva così al 90′ senza altri fatti degni di cronaca, quando l’arbitro segnala 4 minuti di recupero, consentendo a Jorginho al 91′ di calciare in porta con un tiro a giro, su cui  Nicolas para con intervento plastico.  Da segnalare una conclusione di Mertens al 93′ fuori di poco.  Il direttore di gara fischia la fine delle ostilità e i calciatori napoletani vanno a festeggiare sotto gli spalti dei tifisi,  che anche oggi numerosik non hanno mai smesso di sostenere la squadra.

Napoli ancora primo in classifica, aspettando la partita delle 20.45 che vede la Juventus impegnata in Sardegna con il Cagliari,  con i sardi che tenteranno di fare lo sgambetto ai bianconeri.

Non resta  quindi che sintonizzarsi.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO