“Eduardo Noir”, arriva “Il Sindaco del rione sanità”

La commedia eduardiana ha conseguito recentemente nuova linfa, attraverso il grande schermo e la settima arte.

Dopo le innumerevoli trasposizioni portate al successo dalle interpretazioni di Sophia Loren, accompagnata da Marcello Mastroianni e Vittorio Gassman, per pellicole ormai leggendarie per la storia del cinema italiano come “Matrimonio all’Italiana” e “Questi Fantasmi”, oggi la commedia e il genio di Eduardo De Filippo conosco una rivisitazione straordinaria, con l’ultima fatica cinematografica di Mario Martone “Il sindaco del rione sanità”, in arrivo nelle sale dal 30 settembre al 2 ottobre.

Composta nel 1960 ed inserita da Eduardo nella “Cantata dei giorni dispari”, il sindaco del rione sanità di Martone, di recente osannato e  premiato alla kermesse di Venezia76, è un’approccio nuovo e in continuum all’opera eduardiana, con tinte più cupe e richiami al noir senza intaccarne il tessuto originario.

La fedeltà all’opera eduardiana permette di trasportare una mera lotta manichea tra bene e male dal palcoscenico allo schermo, ed in ciò lo scopo di Martone e del cast è pienamente raggiunto.

Intorno alle vicende di Antonio Barracane “il Sindaco” -magistralmente interpretato da Francesco di Leva-, che funge da arbitro alle questioni esplose nel suo quartiere, la trama si evolve in scenari notturni e in spazi chiusi, in una ricerca perenne di ristabilire il senso della giustizia anche attraverso la più cruda violenza fisica e verbale.

Unitamente al Barracane, lo stesso personaggio del Dottore, braccio destro del Sindaco,- interpretato da Roberto De Francesco– costituisce il perfetto connubio dialettico per le dispute, espresse con tagliente realismo e con uno scontro anche linguistico, su quaestio come il sociale, il senso di giustizia, l’ignoranza e i vari mali che attanagliano il quartiere Sanità, microcosmo in cui aleggia Napoli e anche l’Italia.

Prodotto da Indigo Film e Rai Cinema, il film sarà distribuito nelle sale da Nexo Digital unicamente nei giorni sopra indicati.

 

Print Friendly, PDF & Email

Laureato in lettere moderne presso l'Università degli studi di Napoli Federico II, parlante spagnolo e cultore di storia e arte. "Il giornalismo è il nostro oggi."

more recommended stories