Maltempo, previsti peggioramenti sparsi

Il maltempo che tiene stretta nella morsa del disagio la penisola italiana non cesserà, anzi, previsti peggioramenti sparsi su tutta la penisola.

Maltempo_21secolo_Maltempo
Maltempo

Il maltempo che attanaglia l’Italia non sembra voler cedere, nelle prossime ore, infatti, è previsto un peggioramento su gran parte della penisola. 

Responsabile sarà un ennesimo vortice di bassa pressione, il quale è in arrivo sul Tirreno. Esso riporterà, infatti, nuove piogge, temporali e nevicate sui monti, che si protrarranno per tutta la settimana.

Le nubi si intensificheranno e saranno causa di temporali su Liguria, Toscana, il nord della Sardegna e su gran parte delle coste tirreniche. Qualche possibile nevicata si abbatterà sui rilievi alpini intorno ai 1000 metri di quota. In questa prima fase, tuttavia, le precipitazioni avranno ancora carattere di debole intensità e non desteranno particolari preoccupazioni.

Alcuni fenomeni più intensi, invece, si potranno abbattere su basso Piemonte, Liguria e coste nord della Toscana. I peggioramenti hanno fatto sì di porre sotto osservazione l’area sud piemontese, gran parte della Liguria, la bassa Lombardia e l’ovest Emilia, dove i suddetti fenomeni potranno assumere caratteri piuttosto intensi, accompagnati da rovesci, temporali e nubifragi. Pioverà anche sul resto del Nord, su molti settori della fascia tirrenica e sulla Sardegna.

La neve cadrà sull’Arco alpino e nord Appennino. La quota sarà attestata intorno ai 700-800 metri sulle Alpi occidentali, tra i 900-1000 metri su quelle centro orientali e a quote superiori, circa 1300-1400 metri, sulla dorsale appenninica settentrionale.

Al Sud, nonché sulla fascia Adriatica, la situazione sarà pressoché migliore. In quelle zone, infatti, il sole splenderà durante le ore diurne portando un po’ di bel tempo.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO