L’estate di Greta Thunberg

A bordo della Malizia II, verso gli Stati Uniti e il Cile

Greta Thunberg

Londra, 13 agosto 2019.

Greta Thunberg salpa per il suo viaggio nell’Atlantico, per partecipare agli eventi sul clima in programma, a settembre e a dicembre, negli Stati Uniti e in Cile.

L’adolescente svedese, attivista per il clima, prende il largo da una una località non specificata del sudovest del Regno Unito e viaggerà a “zero emissioni” sulla barca da regata Malizia II, guidata dagli skipper Boris Herrmann e Pierre Casiraghi di Monaco, per raggiungere New York, dove parteciperà al Climate Action Summit dell’Onu del 23 settembre. Il viaggio di Greta continuerà attraverso gli Stati Uniti, il Canada e il Messico, per concludersi alla Conferenza Onu sul clima “Cop 25”, in programma dal 2 al 13 dicembre a Santiago del Cile.

Secondo quanto riferito da Business Insider, la traversata di 3.000 miglia durerà circa 13 giorni: a nord verso la Groenlandia, poi lungo la costa del Canada orientale e del New England. L’imbarcazione offre dotazioni essenziali: niente doccia, niente cucina e niente bagno, in sostituzione del quale i passeggeri dovranno utilizzare un secchio. Il gruppo mangerà pasti liofilizzati e confezionati sottovuoto (per Greta kit vegani ad hoc).

A bordo della Malizia II, oltre a Herrmann e Casiraghi, ci sarà anche il padre della Thunberg e un regista per documentare il viaggio.

Insomma, un’estate all’insegna della sensibilizzazione verso la sostenibilità ambientale. Per riuscire a contrastate, tutti insieme, i repentini quanto preoccupanti cambiamenti che il nostro pianeta sta vivendo.

Perché i fatti valgono più di mille parole. E solo agendo concretamente risulterà possibile fornire, agli altri, il giusto esempio da seguire.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO