Le opere di Dalì in mostra a Palazzo Fondi a Napoli

Si tratta di una mostra particolare e inconsueta dal nome Branding Dalì. La costruzione di un mito, che ci proporrà ben 150 opere del grande artista catalano

Dal 25 ottobre 2019 al 2 febbraio 2020 si terrà a Palazzo Fondì, nel centro di Napoli, la mostra Branding Dalì. La costruzione di un mito, a cura di Alice Devecchi. Qui potremo ammirare opere forse meno note al grande pubblico, che ci faranno però intendere come Salvador Dalì abbia costruito durante la vita il suo mito.

Molte opere provengono dalla collezione privata di uno dei segretari personali di Dalì e sono state realizzate tra gli anni ’50 e ’80 come ad esempio pregiate serie grafiche, manifesti, libri e oggetti in vetro o in porcellana.

L’artista sceglie tecniche di moltiplicazione meccanica dell’immagine che garantiscono una tiratura, anche se limitata. Ad esempio è il caso della Tauromachia surrealista e de I dodici apostoli.

A questa mostra troveremo oggetti particolari del “marchio Dalì” come serie di piatti, carte da gioco, bottiglie, mattonelle in terracotta e altro.

Avremo l’occasione e l’opportunità di conoscere un altro Salvador Dalì che ha sapientemente creato un grande mito attorno a se e al suo nome.

Egli nel 1969 ha collaborato con la SNCF, la compagnia ferroviaria francese, per firmare manifesti pubblicitari e ciò dimostra una capillare presenza dell’artista sui media.

Il fatto che ancora oggi La casa de Papel , un acclamato successo della produzione televisiva prima spagnola e poi americana, costruisca la sua trama attorno a un personaggio di nome Salvador , conferma che il brand, l’icona coi baffi all’insù creata su se stesso dal grande pittore, ha resistito nel tempo ed è un marchio ancora vincente.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO