La Rai omaggia Nilde Iotti

Molto presto, su Rai 1, il racconto della vita di Nilde Iotti, modello di ispirazione per molte donne di oggi

Anna Foglietta sarà Nilde Iotti nella docufiction “Storia di Nilde”, prodotta da Gloria Giorgianni per Anele in collaborazione con Rai Fiction e diretta da Emanuele Imbucci, in onda prossimamente su Rai1.

Verrà raccontata la vita di Nilde Iotti, figlia di un ferroviere e sindacalista socialista, Egidio, licenziato a causa del suo impegno politico, visse gli anni dell’adolescenza in un contesto di forti difficoltà economiche. Rimase orfana del padre nel 1934, e poté proseguire gli studi grazie a borse di studio che le permisero di iscriversi all’Università Cattolica di Milano, ove ebbe tra i suoi professori Amintore Fanfani, laureandosi in lettere nel 1942.

Iscrittasi dal 5 ottobre 1942 al Partito Nazionale Fascista, presso la Federazione dei Fasci Femminili di Reggio Emilia (passaggio obbligatorio onde poter svolgere l’attività di insegnante), esercitò l’insegnamento in alcune scuole tecniche della sua provincia natale, concludendo la sua esperienza professionale nel 1946.

Eletta nel dopoguerra presidente dell’Unione Donne Italiane di Reggio Emilia, nella primavera del 1946 entrò nel consiglio comunale della città di Modena come indipendente nelle file del PCI, aderendo poco dopo ad esso. Nel giugno dello stesso anno venne candidata ed eletta membro dell’Assemblea Costituente.

Nell’Assemblea Costituente, Nilde Iotti fece parte della Commissione dei 75 della Camera dei Deputati, incaricata della stesura della Costituzione.

Rieletta nel 1948 alla Camera dei Deputati, sedette tra i banchi di Montecitorio ininterrottamente sino al 1999 e per lungo tempo ne presiedette l’Assemblea: venne infatti eletta Presidente della Camera dei Deputati per tre volte consecutive, ricoprendo così quella carica per 13 anni, dal 1972 al 1992. Nessuno nella storia d’Italia ha ancora raggiunto il suo primato, esercitato coniugando alla guida imparziale della Camera una strenua difesa del parlamentarismo.

Intrecciando ricostruzioni in fiction, materiali di repertorio e testimonianze illustri, tra cui quella dell’ex Presidente della Repubblica e Senatore a vita Giorgio Napolitano, la serie sarà un omaggio non solo a Nilde lotti, ma più ampiamente si presenta come testimonianza utile ed ammirevole per le donne di oggi.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO