Jova Beach Party a Castelvolturno: sfida vinta

Sabato 13 luglio Jovanotti ha fatto tappa a Castelvolturno. Tanta musica, messaggi a difesa dell'ambiente, gran successo e spiaggia pulita.

Sabato 13 luglio 2019, presso la spiaggia del Flava beach – lido fiore, si è svolto il Jova Beach Party, il concerto di Jovanotti, che dopo esser passato per Lignano Sabbiadoro e Rimini, ha fatto tappa in Campania, su una spiaggia di Castelvolturno, dove forse Jovanotti ha vinto la sua sfida più grande, ottenendo un grandissimo successo e spiaggia ripulita.

Circa trentamila spettatori, provenienti da Napoli, Roma e altre zone di Italia, hanno assistito al concerto, che è stato definito, l’inizio di una “nuova era”. In effetti, Jovanotti ha scommesso su un qualcosa di nuovo, di innovativo, e ha vinto la scommessa.

A partire dalle ore 16.00 fino alle 23.00 inoltrate, il pubblico si è divertito, ha ballato, ha cantato ed è stato allietato da vari generi musicali, presentati da vari artisti che si sono esibiti in modo continuato, a partire da Rocco Hunt e Clementino, Bombino, Sangennaro bar, The Liberation project, Ackeejuice Rockers ed Enzo Avitabile & i Bottari di Portico.

Jovanotti ha concluso la giornata con il suo show sul palco, mostrando le sue doti da dj e, con la collaborazione di Rocco Hunt, Clementino ed Enzo Avitabile, ha organizzato un tributo musicale in onore di Pino Daniele.

Un evento organizzato da Veragency e Trident Music, è stato curato nei minimi dettagli, con la proiezione di numerose clip come promemoria di salvaguardia dell’ambiente contro l’utilizzo della plastica. Tutto fatto con tempi rispettati a dovere, adatto a tutta la famiglia, tanto che sono stati presenti numerosi bambini.

Un evento che si è presentato come una sfida, soprattutto per una questione ambientalista, in quanto si temeva che si potessero recare danni alla spiaggia, eppure, il litorale è stato ripulito in poco tempo a dimostrazione che, contro i pregiudizi e le varie difficoltà incontrate, il concerto a Castelvolturno si poteva fare e si è fatto!

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO