IVA: gli e-book come i libri cartacei

iva ebook_viviana calabria_21 secolo
iva ebook

È ufficiale il via libera della Camera alla Legge di Stabilità che prevede l’abbassamento dell’IVA sugli e-book dal 22% al 4%.

Nonostante il libro digitale non sia molto diffuso qui in Italia, ma le stime sono in aumento, sin dal suo arrivo ha aperto accesi dibattiti dividendo i lettori; indubbie sono le sue qualità come il poterne acquistare tanti senza problemi di spazio, portarli ovunque e il costo, sicuramente minore ma non per tutti i libri, alcuni dei quali, infatti, si differenziano di poco dai cartacei. Per i lettori forti, invece, l’odore e la consistenza della carta restano elementi imprescindibili che accompagnano una buona lettura.

I pareri contrapposti sull’e-book non hanno però reso indifferenti i lettori di fronte al problema dell’IVA così alta rispetto ai libri cartacei.

L’Italia, dopo alcuni tentativi falliti, è riuscita a seguire l’esempio di Francia e Lussemburgo dove l’IVA è rispettivamente del 5,5% e del 3%; dal 1° gennaio 2015 entrerà in vigore la nuova legge grazie alla quale il libro digitale sarà equiparato al libro cartaceo.

Importante per il raggiungimento di questo risultato è stata la forte pressione degli editori italiani e la campagna lanciata sui social #unlibroèunlibro promossa dall’AIE, e in particolare dal presidente Marco Polillo, che ha coinvolto editori, autori e lettori in questa battaglie; enorme è stato il successo e la sua diffusione, tante le condivisioni e le foto delle persone con il pollice rivolto verso il basso, proprio a dire “no” alla differenza dell’IVA.

Ora non resta che aspettare le decisioni in merito da parte dell’Unione Europea, sperando di scongiurare le procedure di infrazione per la scelta che va contro le sue regole, già state adottate per Francia e Lussemburgo, e tentare di convincere anche gli altri Paesi che la lettura è cultura a prescindere dai dispositivi utilizzati e dal formato.

Print Friendly
Condividi
Articolo precedenteLa Vigilia in un ambiente accogliente
Prossimo articoloCagliari: Zola nuovo allenatore
Collaboratore XXI Secolo. Laureata in Editoria e pubblicistica, frequenta la magistrale in Editoria e scrittura all'Università Sapienza di Roma. Ha una passione smisurata per i libri. Lavora come editor freelance e sogna di aprire una casa editrice. Ha un blog di recensioni e anteprime. È socia fondatrice della libreria "iocisto" di Napoli e si occupa dei contatti con gli editori.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO