Ischia: patria e ispirazione di personaggi illustri

Ischia è un’isola rinomata per le innumerevoli bellezze, artistiche, culturali, storiche, paesaggistiche, enogastronomiche, folkloristiche, ma ovviamente, nel corso del tempo, col passare degli anni, essa è stata patria di numerosi personaggi illustri.

Ischia
Ischia

Ischia è un’isola rinomata per le innumerevoli bellezze, artistiche, culturali, storiche, paesaggistiche, enogastronomiche, folkloristiche, ma ovviamente, nel corso del tempo, col passare degli anni, l’isola è stata patria e ispirazione di numerosi personaggi illustri, di cui ancora oggi si cattura l’impronta.

Tra questi, da annoverare, sicuramente il produttore cinematografico Angelo Rizzoli, grazie al quale l’isola d’Ischia possiede un ospedale. Con il commendatore Rizzoli, lschia divenne un set cinematografico mondiale, di notevole importanza e rinomata bellezza. Ad Angelo Rizzoli l’isola deve la realizzazione dell’unico ospedale pubblico, di strutture sportive, la spinta allo sviluppo turistico con la costruzione dell’hotel Regina Isabella e di altri resort che negli anni ’50 e ’60 divennero la meta delle attrici più belle di Hollywood. Con la notorietà che il produttore cinematografico diede all’isola, sia rendendola crocevia di incontri e villeggiature di attori e registi,  famiglie reali, ma anche facendo delle risorse termali di Ischia un uso terapeutico grazie alle varie ricerche condotte dal Centro Studi Lacco Ameno terme da lui fondato.

Naturalmente, Angelo Rizzoli non fu l’unico uomo di spicco a provare amore e forte empatia (come egli stesso rivelò in un’intervista) per Ischia; infatti, anche un’altra personalità, il regista, Luchino Visconti, dimostrò di apprezzare particolarmente l’isola e le sue virtù. Il famoso regista italiano arrivò ad Ischia negli anni ’50, e secondo quanto è ancora oggi raccontato, s’innamorò della bellezza dell’isola, tanto da cercare un luogo che fungesse da dimora personale e facesse al tempo stesso da ispirazione. Scelse La Colombaia, una maestosa villa bianca dalle persiane blu adagiata in un  bosco a picco sul mare. Ancora oggi la splendida Villa, conserva al proprio interno, bozzetti, sceneggiature, costumi e diversi cimeli che appartennero al regista e che ora sono del comune di Forio che vi ospita manifestazioni culturali, concerti, spettacoli teatrali e proiezioni.

Luchino Visconti non girò nessun film ad Ischia, perché come fu egli stesso a dichiarare, l’isola era un luogo di svago e soprattutto di ispirazione, una sorta di “musa speciale”, dove trovare bellezza e pace interiore. Luchino Visconti, descritto come cupo e riservato, amava ascoltare, piuttosto che dialogare; era solito udire racconti antichi, tradizioni e storiche del passato. Fu proprio ad Ischia, il suo luogo di “svago”, che nacque l’idea per uno dei suoi film più famosi “Ludwig” e qui, per una banale caduta, fu costretto alla sedia a rotelle. 

Naturalmente, Angelo Rizzoli e Luchino Visconti sono solo due personalità illustri che s’innamorarono di Ischia. Nel tempo, altri ancora giunsero sull’isola verde, portando il loro contributo, e lasciando una forte impronta culturale, storica, artistica e architettonica. Proprio questa mescolanza, questa varietà, è tipica di Ischia, isola dai mille colori e dalle mille sfaccettature culturali, grazie alle quali oggi è annoverata tra le isole più visitate.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO