Autunno thriller con The Informer

Ritorna al cinema Andrea DI Stefano con un altro film capace di unire action ed emozioni. Tratto dal bestseller The Sedunder, The Informer-Tre Secondi Per Sopravvivere è la discesa nel regno degli inferi della mala dell'Est, in cui la lotta personale diviene speculare alla sopravvivenza di sè stessi e del proprio microcosmo.


Dopo il successo del 2014 con “Escobar: Paradise Lost”, il regista-attore-scrittore Andrea Di Stefano torna nelle sale con “The Informer -Tre Secondi Per Sopravvivere”, una pellicola in cui azione ed emozioni si intersecano, tra le mura domestiche, le celle statunitensi e il mondo del narcotraffico.

Tratto dal bestseller svedese edito nel 2009 “The Sedunder” di Roslund & Hellström, attorno alla drammatica vicenda di Pete Koslow -interpretato da Joel Kinnaman– ex soldato speciale divenuto informatore dell’FBI infiltrato nel mondo della criminalità polacca presente a New York.

Proprio l’aggrovigliarsi delle operazioni contro il mercato della droga gestito dalla mafia polacca, a causa della morte di un poliziotto della NYPD sarà peculiare nell’evoluzione della vita del protagonista costretto a discendere negli inferi del regno della mala dell’Est europeo, la prigione di Bale Hill per combatterla dall’interno e dove in passato era stato detenuto per omicidio.

Gli eventi metteranno a dura prova il corpo e l’animo del protagonista, costretto in una mera lotta per la sopravvivenza tra la crudeltà del business sporco della mala e i metodi machiavellici delle operazioni degli uomini dell’FBI -interpretati dai candidati Oscar Clive Owen e Rosamund Pike- . 

Una sopravvivenza che diviene sempre più correlata ai propri affetti familiari, inseriti in un turbine a spirale che tocca le vite di sua moglie -interpretata dall’attrice cubana Ana de Armas– e sua figlia.

Il secondo lungometraggio del regista italiano è stato diretto nel Regno Unito è stato prodotto dalla Adler Entertainment ed arriverà nelle sale italiane il prossimo 17 ottobre.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO