Napoli Basket: il Cuore torna a battere

Il cuore Napoli Basket è ancora vivo. La squadra è tornata alla vittoria lo scorso fine settimana, tenendo viva una fiammella di speranza verso la salvezza.

Il cuore Napoli Basket è ancora vivo. La squadra cara al presidente Ciro Ruggiero è tornata alla vittoria lo scorso fine settimana, tenendo viva una fiammella di speranza verso la salvezza. Una stagione piena di sfortuna e di infortuni che hanno reso tutto più difficile ai ragazzi di Ponticello prima e di Bartocci adesso.

Sin dalla preparazione iniziata a metà agosto, Maggio e compagnia sono stati tormentati da problemi fisici di alcuni elementi del roster che hanno reso impossibile un minimo di amalgama tra i giocatori, i quali hanno iniziato il campionato tra tantissime incertezze. Le sconfitte, le critiche mai finite da prima che iniziasse la preparazione per il roster poco adeguato alla categoria.

L’unico che a suo modo ha provato a tirare su il morale a tutti i tifosi é stato chi ci permette ancora di parlare di Pallacanestro nella nostra città, ossia il presidente Ciro Ruggiero, il quale non ha mai perso la speranza e ha sempre risposto con i fatti. L’esonero di Ponticiello, seppur dopo una vittoria, è stato la prova che qualcosa nello spogliatoio non rigasse dritto. La guida di coach Aldo Russo che ha sfiorato la vittoria contro Rieti, ma è stato beffato sulla sirena. Gli addii di Carter e Sorrentino nel giro di 24 ore hanno dato nuovo entusiasmo ai tifosi, che hanno ricominciato a crederci, in quanto coscienti che qualcosa stesse bollendo in pentola.

L’arrivo di Bartocci alla guida tecnica, con gli innesti di Thomas e della punta di diamante Elston Turner jr, hanno dato alla squadra una nuova fisionomica. Già contro Latina si sono visti miglioramenti dal punto di vista del gioco, quindi dei risultati. In terra laziale è arrivata una sconfitta ma si respirava nell’aria che qualcosa di positivo stesse arrivando proprio perché la buona prestazione aveva dato la convinzione necessaria alla squadra. La vittoria contro il Siena in una partita piena di storia e di significati, in quanto una sconfitta avrebbe messo quasi K.O. le speranze di salvezza dei partenopei. Domani gli azzurri andranno a Trapani e dovranno continuare a lottare per la città che spera nel grande sogno: la salvezza.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO