Fontainebleau: trafugati 15 reperti

Deborah Santoro 21 Secolo Castello di Fontainebleau
Castello

Nella giornata di ieri il Ministero della Cultura francese ha ufficialmente confermato il grave furto di ben 15 reperti archeologici orientali dal padiglione cinese del Castello di Fontainebleau, a sud della periferia parigina.

Il castello, utilizzato dai re francesi sin dal XII secolo, oggi museo nazionale nonchè patrimonio dell’umanità dell’Unesco, è protetto da allarmi e telecamere di sorveglianza. Ciò nonostante, all’alba di domenica 1 Marzo alcuni uomini sarebbero riusciti ad introdursi nel castello e, forzato il portone del padiglione cinese, avrebbero trafugato in appena sette minuti quindici opere d’arte della collezione.

Stando a quanto dichiarato dalle autorità di Fontainebleau, i reperti trafugati avrebbero un valore inestimabile. Vasi, piatti d’argento ma anche la corona del re del Siam, odierna Thailandia, donata a Napoleone III nel 1861 sono stati sottratti al museo che, tra le altre cose, conserva anche i preziosi oggetti appartenuti all’imperatrice Eugenia.

Fleur Pellerin, ministro della cultura francese, ha espresso il proprio rammarico per l’accaduto, nel mentre la polizia ha già aperto un’inchiesta.

 

 

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO