Filippo Magnini soccorre e salva un bagnante

La vicenda nelle acque della Sardegna

Filippo Magnini

Una tranquilla giornata in spiaggia, con la compagna Giorgia Palmas, si è trasformata in un’impresa da eroe per l’ex nuotatore azzurro Filippo Magnini. Il campione non ha esitato, nelle acque di Cala Sinzias, fra Villasimius e Costa Rei, in provincia di Cagliari, a soccorrere un turista che, tra le onde, aveva accusato un malore e rischiava di annegare.

Il bagnante era in grande difficoltà: a un certo punto si è spaventato, si è bloccato e ha bevuto un po’ d’acqua. Quando l’ho raggiunto non riusciva neppure a parlare e non era facile caricarlo sul gommone, così l’abbiamo disteso sul materassino matrimoniale di altri bagnanti che si trovavano lì vicino“, queste le parole riferite dall’atleta.

L’improvvisata “barella galleggiante” è stata trascinata, fino al bagnasciuga, dallo stesso Magnini, assistito dai bagnini e dagli amici del turista, che rischiava di annegare. Nel frattempo, la macchina dei soccorsi era ormai in moto: in spiaggia è accorso un medico, che, insieme ai bagnini, ha applicato la mascherina dell’ossigeno al bagnante salvato, in attesa dell’arrivo di un’ambulanza e del successivo trasferimento in ospedale.

Giunto sul bagnasciuga, il campione si è defilato. “Ho fatto solo quel che dovevo“, ha minimizzato.

La dinamica Ore 15:15 di ieri, domenica 7 luglio. Il turista, in compagnia di alcuni amici, è stato colpito da una crisi, nel tentativo di raggiungere a nuoto un cigno gonfiabile, trascinato lontano dal vento e dalla corrente. Lo sforzo si è rivelato eccessivo, per cui i presenti, capendo prontamente di aver bisogno d’aiuto, hanno subito richiamato l’attenzione dei bagnini del lido.

Caso ha voluto che nelle vicinanze si trovasse proprio Magnini il quale, con poche e semplici bracciate, è riuscito letteralmente a salvargli la vita.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO