Festa di Sant’Anna: Giancarlo Giannini voce narrante

Si è svolta ieri 14 maggio a Napoli, la conferenza di presentazione dell’87esima edizione della Festa di Sant’Anna. Sarà di Giancarlo Giannini, noto attore, regista, sceneggiatore, doppiatore e scrittore, la voce narrante dell'87esima edizione della Festa a mare agli Scogli di Sant'Anna, in programma a Ischia il prossimo 26 luglio. Lo ha annunciato il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino, nella conferenza stampa di presentazione tenutasi ieri presso l’Accademia delle belle arti di Napoli.

Festa di Sant'Anna
Festa di Sant'Anna

Festa di Sant’Anna 2019, si è svolta ieri 14 maggio a Napoli, la conferenza di presentazione dell’87esima edizione della Festa di Sant’Anna.

Sarà di Giancarlo Giannini, noto attore, regista, sceneggiatore, doppiatore e scrittore, la voce narrante dell’87esima edizione della Festa a mare agli Scogli di Sant’Anna, in programma a Ischia il prossimo 26 luglio. Lo ha annunciato il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino, nella conferenza stampa di presentazione tenutasi ieri presso l’Accademia delle Belle Arti di Napoli.

Giancarlo Giannini, rilevano i promotori della splendida manifestazione, “ha accettato con entusiasmo di partecipare a un evento di richiamo internazionale, che celebra la ultrasecolare devozione di Ischia alla Santa protettrice delle partorienti ammantando la baia di Cartaromana del fascino della sfilata delle barche allegoriche, che si sfidano davanti a migliaia di persone nella notte più attesa dell’anno, richiamando la fantasia con cui, dagli anni Trenta del Novecento, i pescatori isolani addobbavano le loro barche dirette alla chiesetta in pellegrinaggio”.

Sono veramente orgoglioso di partecipare a questa Festa, ha sottolineato Giannini, “tornando su una meravigliosa isola dove spesso quand’ero ragazzino ho trascorso le mie vacanze”.

La Festa di Sant’Anna è un vero e proprio evento culturale per Ischia, soprattutto per quanti la vivono sin da bambini, e ancora oggi partecipano con entusiasmo alla realizzazione dei carri allegorici che partecipano alla manifestazione. L’evento è organizzato dal Comune di Ischia, ed è diretto da Pietro Di Meglio nelle vesti di direttore artistico. Lo stesso direttore artistico, Pietro Di Meglio, ha definito, nel corso della conferenza stampa, tenutasi a Napoli, i contorni di una Festa oramai consolidata e ammirata in tutto il mondo; egli stesso ha sottolineato l’importanza della manifestazione, raccontando alcuni importanti dettagli: “La festa-evento, sarà preceduta da una serie di iniziative, in particolare visite guidate gratuite volte a raccontare al grande pubblico l’eterogenea bellezza della baia che ospita la Festa, che abbraccia il castello e la torre di Sant’Anna, il borgo di Ischia Ponte e il porto sommerso di Aenaria”.  

Durante la conferenza di presentazione tenutasi ieri a Napoli, è stato introdotto anche il logo della Festa di Sant’Anna, realizzato dagli allievi del corso di Design della Comunicazione dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, con cui è stata notevolmente rafforzata la collaborazione avviata lo scorso anno. Il nuovo logo racconta attraverso le forme e i colori l’atmosfera festiva che ricopre l’isola di Ischia nei giorni dedicati alla festa di Sant’Anna attraverso alcuni punti chiave: la torre di Sant’Anna, la baia, il mare, le barche.

“Siamo lieti, ha affermato Giulio Baffi, presidente dell’Accademia, “che l’inventiva e la creatività dei nostri allievi si misurino con gli spazi bellissimi dell’isola d’Ischia e la storia antica di questa manifestazione”.

Sant’Anna è definibile la festa più importante della tradizione estiva ischitana, celebrata il 26 luglio di ogni anno nell’incontaminato e caratteristico borgo di Ischia Ponte, immerso in un’atmosfera incantata.

Le barche allegoriche, realizzate da associazioni ed enti del territorio con il tutoraggio degli studenti del corso di scenografia, sfileranno nella suggestiva Baia di Sant’Anna. Sugli scogli e lungo il pontile che conduce al Castello, una folla di turisti e cittadini provenienti da tutta la Campania e non solo, attendono l’inizio della festa, ammirando le barche allegoriche che man mano colorano e rallegrano la meravigliosa Baia.

Il tema di questa edizione, l’87esima, è l’acqua, attraverso le sue molteplici prospettive, dal mare alle terme, dalla pesca all’emigrazione, dall’archeologia alla biologia.

La serata, sarà impreziosita dalle sonorità di Carlo Faiello e della sua ensemble, proseguirà con uno spettacolo piromusicale e con l’atteso incendio simulato del Castello aragonese, spettacolo di estrema bellezza.

Un altro degli ulteriori particolari importanti che impreziosiranno la Festa di Sant’Anna, è il carattere ecosostenibile che, in un momento così importante dal punto di vista prettamente ambientale, s’inserisce perfettamente in un’ottica di rispetto e tutela del territorio. Infatti, come ha sottolineato, il vicesindaco di Ischia, Luigi Di Vaia, “Anche quest’anno la Festa di Sant’Anna sarà ecosostenibile, con la pulizia dei fondali all’indomani dell’evento, che sarà per la prima volta completamente plastic free”.

Il programma dettagliato sarà svelato in una nuova conferenza, prevista a Ischia.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO