Da attrice a regista: i successi di Jennifer Lawrence

Jennifer Lawrence, da attrice hollywoodiana apprezzatissima, approda alla regia. In un’intervista al magazine Entertainment Weekly ha raccontato: “Ho firmato per dirigere qualcosa chiamato “Project Delirium”. È basato su un articolo riguardante la mentalità guerrafondaia degli anni ’60, come un esperimento in acido andato a male, ed è molto divertente”.Attrice di grandissimo talento, vincitrice di un Premio Oscar per l’interpretazione di Tiffany Maxwell ne Il lato positivo, di due Golden Globe, di un premio BAFTA e di due Screen Actors Guild, Jennifer Lawrence non smette mai di stupire.
Una carriera, la sua, ricca di successi: dopo aver recitato nella sitcom americana The Bill Engvall Show, debutta sul grande schermo nel film The Poker House e in The Burning Plain-Il confine della solitudine, grazie al quale si aggiudica il Premio Marcello Mastroianni alla Mostra Internazionale di arte cinematografica di Venezia. Raggiunge il successo grazie al ruolo di Mystica in X-Men 1 e 2 e a quello di Katniss Everdeen nella serie di film Hunger Games, grazie al quale il botteghino ha raggiunto il record di incassi.
Il prossimo mese, inoltre, la Lawrence vestirà i panni della protagonista nel film Joy, diretto da David O.Russel. La pellicola, che conta su un cast davvero spettacolare, con attori del calibro di Robert De Niro e Bradley Cooper, verrà proiettata nelle sale cinematografiche a partire dal 28 gennaio 2016.
Ecco il trailer di Joy

La bella Jennifer ha deciso ora, in contemporanea con la carriera di attrice, di dedicarsi anche alla regia, da sempre sua grandissima passione: ““Mi sono presa volutamente tutto questo tempo prima di approdare alla regia. Ma preferirei parlarne appena inizierò concretamente questo progetto. Ho firmato un contratto per dirigere un film chiamato ‘Project Delirium‘. Basato su una guerra mentale avvenuta negli anni ’60, con esperimenti segreti andati terribilmente male, in cui il Governo degli Stati Uniti attraverso il gas nervino e altre sostanze chimiche, ha usato come cavie circa 5000 soldati, durante la guerra fredda.”

 

Print Friendly, PDF & Email

Collaboratore XXI Secolo. 24 anni, studentessa alla facoltà di Lettere Moderne della Federico II, Napoli. Ama perdersi per ore nelle pagine di romanzi e racconti, adora i gatti e sogna di diventare giornalista, editore e scrittrice.

more recommended stories