Cultura, Trieste e Ronchi celebrano Fiume

A Ronchi dei Legionari un'iniziativa totale da parte della rassegna culturale degli enti locali, con una settimana dannunziana racchiusa nel titolo "Ama il tuo sogno seppur ti tormenta" ed una mostra in Villa Vicentini Miniussi per entrare nei prodomi dell'Impresa di Fiume.

Dopo i torbidi e le polemiche dei mesi scorsi in Trieste, sorti in seguiti alla decisione del comune triestino di commemorare ad oltre cent’anni dal Volo su Trieste dell’agosto 1918 compiuto dal Poeta-Soldato Gabriele d’Annunzio, ed occasione maggiore per ricordare l’avvento della spedizione del poeta verso la “città olocausta”, divisa tra l’allora regno d’Italia e la nascente Jugoslavia, continuano le prove per omaggiare il Vate e il centenario di Fiume.                                                                                          thzt8q7su3

Il disaccordo e la petizione digitale su Change.it verso la decisione del sindaco Roberto Dipiazza di collocare una statua del d’Annunzio in piazza della Borsa nella città triestina per omaggiare la memoria del Vate, ciononostante non ha messo nessun freno alle celebrazioni per il centenario dell’impresa di Fiume, che ebbe in Ronchi, comune limitrofo da cui prese il via il moto degli eventi e dopo la mostra spettacolare “Disobbedisco. La rivoluzione di d’Annunzio a Fiume 1919-2019”, a cura di Giordano Bruno Guerri, papà de Il vittoriale degli Italiani, presso il Salone degli Incanti e visibile fino a novembre, continuano gli eventi in vista di settembre.

disobbedisco

Proprio a Ronchi dei Legionari, in provincia di Monfalcone dal 7 al 14 settembre prenderà il via “Ama il tuo sogno seppur ti tormenta” una settimana ricca di appuntamenti per studiosi ed appassionati dell’opera, delle gesta e della figura del d’Annunzio. L’evento, organizzato in occasione della settimana dannunziana inoltre vedrà l’allestimento di una mostra in Villa Vicentini Miniussi, curata dallo storico Luca Manetti, in cui lo spettatore potrà avvicinarsi anche ai documenti e reperti dell’epoca inerenti alla preparazione della marcia di Ronchi, per calarsi in quella che rappresentò una delle esperienze più univoche della storia d’Italia.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO