Ajax ammazza grandi Juve fuori dalla coppa

Game Over per la Juve che contro l'ammazzagiganti Ajax viene sconfitta in casa ed esce fuori dalla competizione Europea più importante.

Termina L’avventura della Juventus nella Champions League con un Ajax sorprendente che con un secondo tempo di calcio spettacolo, batte la Juve e vince allo Stadium per 2 a 1 superando così il turno.

Mastica amaro Max Allegri, quando assiste impotente alla sconfitta dei suoi uomini. Juventus annientata da un secondo tempo strepitoso dai Lancieri olandesi, che hanno dominato letteralmente in lungo e in largo la squadra bianconera. Azioni tambureggiante, pressing asfissiante e tecnica sopraffina, sono state le tre armi che hanno abbattuto il colosso bianconero. Si sono quindi ripetuti i giocatori bianco rossi, che con una prestazione maiuscola hanno bissato l’impresa già fatta contro il Real Madrid, anche se a questo punto parlare di impresa appare riduttivo, per una squadra che ha saputo dimostrare enormi doti tecniche e calcistiche, abbinate ad una splendida forma fisica che hanno reso imprendibili i calciatori olandesi.

Coppa dunque stregata per la Juventus, che nonostante gli enormi investimenti, sia in termini economici che umani non riesce a portare a casa il Trofeo dalle grandi orecchie. Non basta dunque Cristiano Ronaldo che ha cercato in tutti i modi di spingere in avanti la Juventus, autore peraltro del gol del momentaneo vantaggio nel primo tempo, i Lancieri Infatti con la spregiudicatezza della gioventù e il talento enorme posseduto, non hanno avuto alcuna soggezione dello squadrone bianconero e hanno ribattuto già del primo tempo colpo su colpo, minando fortemente proprio nel fisico i calciatori juventini. Nel secondo tempo poi non c’è stata più storia. Infatti l’Ajax ha letteralmente dato lezioni di calcio, rispolverando il cosiddetto calcio totale, al punto che addirittura gli olandesi sembravano essere il doppio rispetto a quelli juventini, giungendo sistematicamente primi su ogni palla e non concedendo un millimetro ai calciatori avversari, che hanno inevitabilmente subito la freschezza atletica dei lancieri. Capitolo chiuso dunque per la società juventina che a questo punto non potrà fare altro che consolarsi con la vittoria dello scudetto domenica prossima allo Stadium.

JUVENTUS-AJAX 1-2

28′ Ronaldo (J), 34′ van de Beek (A), 67′ de Ligt (A)

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; De Sciglio (64′ Cancelo), Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (80′ Bentancur), Dybala (46′ Kean), Ronaldo. All. Allegri

AJAX (4-2-3-1): Onana; Veltman, De Ligt, Blind, Mazraoui (11′ Sinkgraven, 82′ Magallan); Schöne, De Jong; Ziyech (88′ Huntelaar), van De Beek, Neres; Tadic. All. ten Hag

Ammoniti: Emre Can (J), Ronaldo (J)

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO