Cent’anni di fotografia in mostra a Torino

pierpaolo_moracas_21_Secolo_cent'anni_di_foto

200 immagini datate dal 1841 al 1941 sono la componente della mostra nella sala Ipogea dell’archivio di stato di Torino. Una storia della Fotografia Italiana, un percorso che inizia dal risorgimento e termina con la seconda guerra mondiale.

L’esposizione è curata da Anna Cartier Bresson e da Monica Maffioli che hanno allestito questa mostra partendo dai primi dagherrotipi. La mostra si apre proprio con un dagherrotipo di un paesaggio Fiorentino datato 1841, si prosegue con le immagini con la tecnica del negativo su carta da calotipisti sino alle fotografie dei grandi stabilimenti Italiani, e infine la produzione ottocentesca svolta nel sud Italia, in particolare a Napoli. Il primo novecento Italiano è invece rappresentato da alcuni dei più conosciuti fotografi di differenti correnti artistiche dal Pittorialismo di Guido Rey e Peretti Griva e gli scatti delle avanguardie come il Futurismo con Paladini, Castagneti o Parisio per terminare con gli autori del Neorealismo che trova la sua massima espressione nella fotografia e nel cinema Italiano.

La mostra prende in prestito anche dalle collezioni torinesi due stampe in collotipia realizzate da Vittorio Alianti nel 1914. Lo stesso archivio di stato di Torino ha offerto scatti delle officine di Savigliano e alcune fotografie sulla famiglia reale realizzate da Ambrosetti negli anni ottanta dell’ottocento.

 

G. Altobelli, Veduta notturna dei Fori Imperiali, 1865 ca., stampa all'albumina, 263 x 363 Museo di Storia della Fotografia Fratelli Alinari - fondo Altobelli, Firenze
G. Altobelli, Veduta notturna dei Fori Imperiali, 1865 ca., stampa all’albumina, 263 x 363 Museo di Storia della Fotografia Fratelli Alinari – fondo Altobelli, Firenze

 

Una storia della fotografia italiana

Dove: Sala Ipogea dell’Archivio di Stato, via Piave 21, Torino

Quando: fino al 26 luglio 2015

Orari: Lunedì-venerdì ore 10-13, 15-18. Sabato e domenica ore 16-19.

Ingresso: Intero Euro 7, Ridotto Euro 5

Informazioni: tel. 011.4604111

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO