Caserta, parroco attacca la Lega pubblicamente.

Ieri mattina, durante la messa celebrata presso la chiesetta di Caserta di Montevergine, padre Michele Santoro ha attaccato la Lega pubblicamente.

Cosa accade quanto la chiesa si immischia nelle questioni politiche? 

Ciò che si sta verificando oggi! 

Ieri mattina, il parroco della chiesetta di Montevergine, presso Caserta, padre Michele Santoro, ha pubblicare attaccato la Lega durante il sermone domenicale, utilizzando propriamente l’ambone come un comune leggio, snaturando il luogo sacro e trasmutandolo in un teatro di dibattito politico. Dibattito tacitamente unilaterale, vista l’impossibilità della parte lesa so reagire.

È proprio ciò che fa infuriare il senatore della Lega Claudio Barbaro, capogruppo in Commissione Cultura a Palazzo Madama, il quale ha deciso di rispondere all’attacco del parroco in forma pubblica.

“Rammarica venire a conoscenza che, questa mattina durante la messa celebrata alle 11.00 presso la chiesetta di Montevergine a Caserta, padre Michele Santoro, del convento francescano di Marcianise, abbia trasformato l’omelia della celebrazione in una forte polemica verso le attività della Lega, apostrofando i suoi aderenti come ‘assassini’. Al di là della libera opinione del frate, l’uso dell’altare come tribuna politica senza possibilità di dibattito è da ascrivere non solo ad un improprio uso della celebrazione religiosa ma anche ad un modo di operare ben poco democratico sottolineato, inoltre, dal rifiuto di accettare il confronto con quanti, alla fine della Messa, avevano cercato il dialogo. Non può che dispiacere questo comportamento, soprattutto davanti a quei fedeli che, nella domenica della Supplica alla Madonna di Pompei, per questi motivi, non hanno potuto godere con serenità del momento di fede. Ritengo che questo tipo di polemiche debbano restare lontano dagli altari e mi rendo disponibile fin da ora a padre Michele per un confronto che possa aprirsi e svolgersi come un sereno e pacifico dialogo tra le parti in una sede opportuna ed aperta a quanti vogliano offrire la propria opinione. Magari dopo aver partecipato, da fedele, a una sua celebrazione”, questa la dichiarazione del senatore della Lega Claudio Barbaro.

 

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO