La ministra Bonetti si pronuncia sulle adozioni gay

Bonetti
Bonetti

Nelle ultime ore stanno avendo ampia risonanza le dichiarazioni della ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti, del partito Italia Viva, la quale si è espressa sul delicato tema delle adozioni gay.

I fatti. In data 18 Gennaio, la ministra Bonetti è intervenuta durante un incontro pubblico sul tema delle adozioni LGBT tenutosi a Rimini.

La Bonetti ha affermato: “Come ministro per la Famiglia accoglierò eventuali percorsi che il Parlamento decide di mettere in campo. Oggi questi percorsi non sono in pista. Sono argomenti che vanno a toccare la definizione di umanità della nostra società e se il Parlamento deciderà di affrontarli, mi auguro che venga fatto lontano da qualsiasi forma ideologica”.

A questa premessa hanno fatto seguito ulteriori affermazioni, nello specifico la ministra ha asserito: “In questo momento il nostro Paese ha bisogno di riconciliarsi certamente riguardo ad alcune posizioni polarizzanti. Quanto a una legge contro l’omotransfobia, la maggioranza l’ha messa in campo e come ministro per le Pari opportunità e la Famiglia sarò accanto al percorso parlamentare per questa battaglia di civiltà necessaria”.

La Bonetti si è espressa anche sul tema della legge contro l’omotransfobia, del quale si sta discutendo da settimane, ed ha affermato: “Abbiamo tutti gli stessi diritti non perché siamo uguali, ma perché siamo tutti diversi, ed è proprio nella diversità che risiede il valore e l’originalità di una persona, fuori da questa dimensione di universalità, non può esserci tutela. Su questo fronte in Italia c’è un problema enorme”.

A riprendere questo tema è Alessandro Zan, relatore della legge sull’omotransfobia, che ha sollecitato il Parlamento a snellire i tempi burocratici per l’approvazione della legge a causa delle aggressioni omofobe che si stanno verificando in questi mesi, l’ultima ai danni di una ragazza di Potenza.

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories

Pin It on Pinterest