Arrestato l’uomo che ha sparato a Noemi

Sono stati fermati per il ferimento della piccola Noemi i fratelli Armando ed Antonio Del Re. Il primo è stato fermato sulla Siena-Betolle, il secondo nei pressi di Nola

arrestato-l'-uomo-che -ha -sparato-a- Noemi

Venerdì 3 maggio 2019 c’è stato un agguato a Napoli, in piazza Nazionale.

Il vero obiettivo del killer durante l’agguato era Salvatore Nurcaro, ma è stata anche ferita una bimba di soli quattro anni di nome Noemi.

Sono state fermate due persone: si tratta dei fratelli Armando ed Antonio Del Re. Il primo è stato fermato sulla Siena-Betolle, il secondo nei pressi di Nola.

L’arresto è stato il frutto di una cooperazione fra carabinieri, polizia e finanzieri di Napoli.

Ai due viene contestata la premeditazione.

Ieri sera si è svolta una veglia di preghiera per la piccola Noemi nei pressi dell’ospedale Santobono con candele accese.

Secondo l’ultimo bollettino medico le condizioni di salute della piccola sono incoraggianti.

Tuttavia la prognosi resta riservata.

Il prossimo bollettino medico sarà diffuso domani.

Oggi Noemi ha aperto gli occhi in quanto è stata sottoposta a una sedazione più leggera.

Sulla vicenda si è espresso anche Matteo Salvini, vicepremier e ministro dell’Interno, il quale ha fatto i complimenti alle forze dell’ordine e alla magistratura per aver arrestato l’autore dell’agguato e il suo complice.

Salvini ha spiegato che non ci saranno tregue contro i camorristi e che lo Stato e i napoletani vinceranno la sfida contro la camorra.

Il vicepremier ha annunciato che giovedì 16 aprile 2019 sarà a Napoli per il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Sul social network Facebook, anche il presidente della Camera Fico ha ringraziato le forze dell’ordine per l’operazione.

Fico si è detto vicino alla piccola Noemi e alla sua famiglia.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO