Napoli Benevento 1-2. Primo test con affanno.

Parte il nuovo corso del Napoli di Ancelotti nella prima amichevole che si è disputato allo stadio Carciato. Azzurri sconfitti dal Benevento per 2 a 1 con una formazione rimaneggiata che ha subito la maggiore e piu avanzata freschezza degli atleti beneventani.

Callejon in goal

Prima uscita del nuovo Napoli di Carlo Ancelotti che a Dimaro ha incominciato il nuovo corso nella partita inaugurale che apre la stagione delle amichevoli degli Azzurri.

Partenopei in un inedito 4 2 3 1, con karnezis in porta, difesa con Ghoulam a sinistra, Malcuit a destra e Maksimovic con Luperto centrali. Centrocampo conil rientrante Rog e la giovane promessa Gaetano, piu avanzati, Verdi, Younes e Callejon. Punta centrale, altro prospetto del vivaio azzurro Tutino.

Napoli ancora sulle gambe e zeppo quindi di giovani promesse, miste alle così dette riserve,  accompagnate però dall’esperienza del buon Callejon, tra quelli più in palla e Faouzi Ghoulam sulla fascia sinistra, apparso tra i più tonici della squadra Azzurra.  Benevento ben messo in campo dal nuovo  Mister Filippo Inzaghi, che mira, senza nascondersi più di tanto nella prossima stagione in cadetteria, al suo primo anno da allenatore con i Sanniti, puntare alla immediata e diretta promozione nella massima serie.

Benevento peraltro fresco reduce dagli ultimi play-off che lo ha visto soccombere contro il Cittadella Chievo, parte subito forte in campo e con Coda prima e Roberto Insigne dopo, colpisce due volte il legno alla destra di karnezis.  Il tempo però di mettere le cose in chiaro e il Napoli incomincia a far sentire la sua pressione sulla squadra ospite,  tocca a Tutino, bene imbeccato da Rog fallire di poco un’occasione,  davanti al portiere avversario. Passa però poco tempo e ci pensa José  Callejon a portare in vantaggio il Napoli; bella azione che si sviluppa in verticale con lancio millimetrico di Younes in favore dello spagnolo, che di prima intenzione calcia in porta realizzando la rete del Vantaggio.

Entusiasmo per i 3 mila tifosi assiepati  sul prato e sulla tribuna dello stadio di Carciato. Bella risposta quindi dei tifosi  affamati di calcio,  che numerosi sono accorsi alla prima uscita stagionale del Napoli. Gli azzurri tengono il piede a tavoletta e in due occasioni Verdi si divora letteralmente due reti, la prima su suggerimento di Jose Callejon che dalla destra mette praticamente solo davanti la porta l’ex bolognese che fallisce di un millimetro il tocco,  la seconda ancora con Callejon protagonista sempre dalla destra, che vede ancora una volta Verdi sbagliare il tocco e alzare alta la palla che finisce sopra la traversa. Troppe disattenzioni si sa si pagano e con una regola che non fallisce mai,  il Napoli subisce al 36esimo il gol del pareggio del Benevento. Azione che si sviluppa sulla sinistra con lancio al centro, pallone lisciato da Maksimovic che serve Coda, che non fallisce il gol del pareggio. I Partenopei non ci stanno e si lanciano in attacco. È Tutino ad essere protagonista con due azioni, la prima nella quale si attarda e non tira in porta, la seconda invece con il tiro che finisce fuori di poco. Nel frattempo Simone Verdi tenta un bel pallonetto dal limite, parato però agevolmente dal portiere avversario. Tocca invece ancora una volta a José Callejon sempre dalla destra, replicare lo stesso tiro che ha regalato il vantaggio, questa volta però con minore fortuna, con la palla che questa volta termina Però di poco al lato. Finisce  così il primo tempo 1 – 1, con le squadre che rientrano negli spogliatoi.

Secondo tempo con la solita Girandola di sostituzioni che vede schierate in campo due squadre praticamente differenti rispetto quelle della prima frazione di gioco, entrano Infatti per il Napoli il giovane portiere e Contini, che sostituisce karnezis, Tonelli e soprattutto il nuovo acquisto Di Lorenzo che si accomoda sulla fascia destra. Non cambia però la sostanza della partita che vede le due squadre studiarsi senza però affondare i colpi, bisognerà Infatti attendere al minuto 89 quando Vokjc realizza il gol del Vantaggio per il Benevento che consegna la vittoria alla squadra Sannita.

Prima uscita con sconfitta Dunque per gli azzurri, apparsi distratti in difesa, sebbene con una formazione del tutto inedita e soprattutto in fase di sperimentazione. Nulla di grave naturalmente per quella che è una partita servita esclusivamente per mettere benzina nel motore azzurro. Sarà ovviamente tutt’altra cosa al rientro dei Big attesi a Dimaro nelle prossime ore. Nel frattempo Filippo Inzaghi si gode una inaspettata vittoria contro il maestro Carlo.

NAPOLI BENEVENTO 1 – 2

MARCATORI Callejon (N) al 20’, Coda (B) al 35’ p.t. Vokjc al 45’ s.t.
NAPOLI (4-2-3-1): Karnezis (dal 1’ s.t. Contini); Malcuit (dal 1’ s.t. Di Lorenzo), Maksimovic (dal 1’ s.t. Tonelli), Luperto, Ghoulam (dal 19’ s.t. Zanoli); Rog, Gaetano (dal 19’ s.t. Palmiero); Callejon (dal 22’ s.t. Zerbin), Verdi (dal 28’ s.t. Zedadka)Younes; Tutino (dal 28’ s.t. Sgarbi). All. Ancelotti.

BENEVENTO (4-4-2): Gori; Maggio (dal 1’ s.t. Gyamfi), Volta (dal 1’ s.t. Tuia), Calderoli (dal 1’ s.t. Antei), Letizia (dal 22’ s.t. Sperando); Tello (dal 1’ s.t. Vokjc), Del Pinto (dal 1’ s.t. Volpicelli), Viola (dal 1’ s.t. Sanogo), R. Insigne (dal 22’ Di Serio)s.t.; Coda (dal 1’ s.t. Improta), Armenteros (dal 22’ s.t. Goddard). All. F. Inzaghi.
ARBITRO: Bordin di Trento.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO