Alla scoperta di Nola e della Festa dei Gigli

Alla scoperta di Nola, una visita guidata, durante il giorno delle celebrazioni in onore di San Paolino, il Santo Protettore della Città grazie all’Associazione Culturale "Tournarrà".

gigli

Alla scoperta di Nola, una visita guidata, durante il giorno delle celebrazioni in onore di San Paolino, il Santo Protettore della Città. L’Associazione Culturale “Tournarrà” è promotrice di questo evento che si terrà sabato 24 giugno 2017. 

I partecipanti visiteranno Nola, nel giorno in cui l’intera Città è in completo relax, protesa e concentrata per la festa; assaporando la trepidazione per l’evento che hanno atteso per un anno.

Il Programma del Giugno della Cittadina prevede un Evento dove i maestri della cartapesta, l’arte per la quale Nola è famosa in tutto il mondo, lavorano ininterrottamente per costruire la Barca e gli otto Gigli, alti circa 25 metri, i quali rappresentano le antiche corporazioni di arti e mestieri: l’Ortolano, il Bettoliere, il Salumiere, il Panettiere, il Beccaio, il Fabbro, il Calzolaio e il Sarto.

Sabato mattina i Gigli faranno bella mostra di sé per le strade; saranno silenziosi, immobili, prorompenti fino a toccare quasi con la punta della “macchina da festa” il cielo e trasportati a turno dalle numerose persone facente parte di quella rispettiva corporazione. Questa sarà l’occasione per conoscere  un maestro artigiano che mostrerà le fasi di lavorazione della cartapesta, racconterà aneddoti e curiosità sulla Festa dei Gigli.

Il tour proseguirà con la visita alla Cattedrale dell’Assunta e dei Santi Felice e Paolino, ossia il Duomo,  ricostruita ai primi del Novecento. Arrivati nella piazza a lui dedicata, si rimembrerà il sacrificio del filosofo Giordano Bruno ove ebbe i natali; infatti Nola è conosciuta come “la Città bruniana”.

Compiendo un viaggio a ritroso nel tempo si arriverà ai primordi della civiltà; visitando il Museo Archeologico dove sono conservati reperti rinvenuti in quest’area ricolma di storia e dove sono custodite anche testimonianze del Villaggio Preistorico di Nola, il sito archeologico è ribattezzato ‘la Pompei dell’Età del Bronzo’.

Questa manifestazione vuole risaltare Nola, le sue tradizioni e l’aggregazione che si evince dal popolo durante questa festa religiosa.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO