Agguato a Ponticelli: uccisi un 24enne e un 19enne

Un duplice omicidio si è consumato nella periferia orientale della città di Napoli.

agguato_ponticelli_21_Secolo

Napoli – Un altro agguato nel quartiere di Ponticelli, nella periferia est di Napoli, in cui hanno perso la vita: Raffaele Cepparulo e Ciro Colonna.  I ragazzi, rispettivamente di 24 e 19 anni, erano fuori un locale a piano terra, locato in via Cleopatra, quando sono stati raggiunti dai sicari che hanno sparato da una distanza ravvicinata.

Il duplice omicidio si è consumato in pieno giorno, i sicari, stando ad una prima ricostruzione, sono giunti a piedi e hanno ucciso Cepparulo, il quale, secondo alcune fonti, era un elemento di spicco del gruppo dei Barbudos. I “barbuti” è un gruppo criminale che si è imposto come look barbe lunghe e folte, inoltre, Cepparulo nelle fotografie appare pieno di tatuaggi, questo gruppo di criminali, infatti, si tatua i nomi delle proprie vittime sul corpo. Il clan era stato cacciato dal Rione Sanità e si era trasferito nella periferia orientale.

In un secondo momento, hanno aperto il fuoco contro Colonna, incensurato. Poi i killer sono fuggiti a piedi, probabilmente sono scappati in una strada secondaria dove avevano un mezzo di trasporto per fuggire. Il 24enne, Raffaele Cepparulo, è deceduto sul posto, mentre Colonna è stato portato all’ospedale di Via Argine “Villa Betania” dove il personale medico non ha potuto fare altro che costatarne il decesso.

Attualmente le autorità stanno investigando per cercare di capire quale sia il movente di questo duplice omicidio. Considerati gli ultimi fatti di cronaca, probabilmente, si tratta di un altro scontro tra gruppi criminali per il controllo di traffici illeciti. Dall’inizio del 2016 di persone che hanno perso la vita in questo modo, casi di cronaca analoghi sono all’ordine del giorno. Forse in un periodo di campagna elettorale, né a livello locale né a livello nazionale, si può porre troppo l’attenzione su quanto sta accadendo nelle periferie di Napoli.

Print Friendly

LASCIA UN COMMENTO