Marocco, trovata donna senza vita a Boutalha

Un tragico ritrovamento quello avvenuto ieri a Boutalha, sulle spiagge marocchine. Eva Valerio, una donna italiana di 30 anni, è stata ritrovata morta nella località marittima.

La donna, originaria di un paese del vicentino, era scomparsa da 24 ore. Attualmente ad indagare sulla vicenda sono le autorità marocchine, la tesi più accreditata al momento secondo le ricostruzioni della polizia è la morte per annegamento. 

La Valerio si trovava in Marocco assieme ad un amico del posto col quale aveva cominciato un viaggio in camper, a dare l’allarme è stato proprio il compagno di viaggio, il quale non vedendola tornare ha allertato le autorità.

La ricerche sono proseguite fino alla giornata di ieri, nel pomeriggio è stato rinvenuto il corpo della giovane sulla spiaggia di Boutalha, al trentunesimo kilometro della laguna di Dakhla.

L’ amico della Valerio è stato sottoposto ad un serrato interrogatorio, il procuratore della regione di Dakhla, dove si sono svolti i fatti, ha richiesto l’autopsia per fare chiarezza sull’accaduto, questa sarà effettuata presso il nosocomio di Agadir.

A farsi portavoce della vicenda è stato Giovanni Casarotto, sindaco di Thiene, il paese natio della donna, che ha riportato alla comunità locale le indagini svolte dalle autorità marocchine, compresa l’ipotesi di annegamento.

Eva Valerio risiedeva nel vicino comune di Montecchio Precalcino, al confine con Thiene. Proprio ieri pomeriggio, nel comune sopracitato, si sono recati i carabinieri del comando locale, su richiesta della Farnesina, per avvisare la famiglia del tragico sviluppo.

Si attendono ulteriori aggiornamenti per far luce su questa tragica vicenda.

 

Print Friendly, PDF & Email

more recommended stories

Pin It on Pinterest